';

Usi e proprietà dell’olio di canapa

La canapa è una pianta verso la quale ci sono spesso pregiudizi, a causa dell’uso improprio che è possibile farne. Un vero peccato, vista la tradizione millenaria: la canapa, infatti, era utilizzata dall’uomo fin dall’epoca antica per diversi usi. Merito delle sue molteplici proprietà, capaci di renderla particolarmente adattabile e versatile rispetto a molteplici ambiti, da quello tessile fino a quello medicale e cosmetico.

Una delle applicazioni più comuni è quella nella versione oleosa, la quale si trova disponibile secondo la denominazione di olio al CBD, altro nome con cui è noto l’olio di canapa. Si tratta di un prodotto efficace in maniera peculiare, per contrastare il dolore, in presenza di contratture muscolari, nelle distorsioni nonché in patologie come ad esempio l’artrite, solo per citarne alcuni usi.

Diverse le aziende che lo propongono e una delle proposte più interessanti che si può trovare online è quella dell’olio al cbd su puracbd.it, disponibile secondo diverse formulazioni, rigorosamente naturali, che vedono una presenza della canapa secondo una percentuale minima del 5% fino a un massimo del 30%.

In questo articolo vi raccontiamo qualcosa di più sulle caratteristiche, gli usi e le proprietà dell’olio di canapa, un valido alleato per la salute sia nella prevenzione sia nella cura, adoperabile tranquillamente (e legalmente) come integratore alimentare. Curiosi di scoprire qualcosa di più?

Olio al CBD: le proprietà

L’olio di canapa si caratterizza per avere tutte le caratteristiche di una pianta come la canapa, la cui coltivazione pare risalire, stando alle testimonianze storiche, a circa 8.000 anni fa in Cina, dove era impiegata in campo medico e tessile.

L’olio al CBD presenta proprietà che sono immunostimolanti, antinfiammatorie e antiossidanti. La canapa si trova disponibile in natura secondo tre varietà, di cui una sola è legalmente coltivabile in Italia, nonché quella che si trova, per legge, utilizzata nei prodotti in commercio cannabis light. Il suo nome è sativa e tra le sue proprietà, importanti a livello psico-fisico, vi segnaliamo le seguenti:

  • Benessere generale.
  • Rilassamento e distensione muscolare.
  • Miglioramento della qualità del sonno.
  • Riduzione dello stress e degli stati d’ansia.
  • Sensazione maggiore di calma.
  • Riduzione dolori e infiammazioni.

Come si ottiene l’olio di canapa

L’olio di canapa è prodotto dalla varietà sativa e precisamente dai fiori delle piante. Presenta particolari benefici, come abbiamo avuto modo di accennare. La coltivazione si caratterizza per linee guida chiare e specifiche, inerenti in modo particolare la concentrazione delle componenti che quando hanno un dosaggio eccessivo presentano un effetto stupefacente, secondo quanto stabilito dalla legge 242/16.

L’uso in campo cosmetico

In virtù delle sue qualità l’olio di canapa si trova adoperato nella realizzazione di prodotti parafarmaceutici e cosmetici. In questi ultimi riesce a dare un contributo importante per l’idratazione e l’effetto illuminante della pelle, nonché come ausilio efficace nella prevenzione delle rughe e degli inestetismi della pelle.

La pelle, infatti, riesce a ottenere una sensazione di vitalità impareggiabile; l’olio di canapa agisce in maniera similare a un’altra componente rinomata in ambito cosmetico, anch’essa di origine naturale: l’acido ialuronico.

Si trova inserito in molteplici trattamenti, oltre a quelli anti-age anche in quelli per pelli grasse, miste o a tendenza acneica/atopica, in cui sono presenti squilibri più o meno importanti. La canapa si rivela particolarmente ben tollerata, motivo per cui rappresenta una vera e propria sicurezza anche per chi ha una pelle sensibile e delicata.

L’uso in campo medico

Un altro ambito in cui l’olio al CBD trova valido impiego è quello medico, in cui si trova adoperato nella cura di patologie tra loro piuttosto diverse. Si tratta, in primo luogo, di quelle di tipo respiratorio, ma anche di quelle cardiovascolari, che presentano spesso farmaci piuttosto impegnativi per il corpo. L’olio di canapa consente, inoltre, di ridurre il colesterolo e si rivela un valido aiuto per ripristinare il corretto metabolismo.

Altri casi in cui l’olio di canapa viene utilizzato sono quelli in cui la persona è affetta da Parkinson o Alzheimer. È inoltre efficace per uno dei disturbi più comuni dell’epoca attuale, di cui soffrono moltissime persone: l’insonnia. Una condizione che secondo l’AIMS (Associazione Italiana per la Medicina del Sonno), colpisce circa 1 adulto su 4, per quanto riguarda l’insonnia cronica o transitoria, mentre sono circa 12 milioni le persone che presentano disturbi del sonno nel Belpaese. Un rimedio naturale come l’olio al CBD si rivela una soluzione pratica, sicura, affidabile ed efficace, assolutamente da non sottovalutare.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

close
error: Content is protected !!