Eventi

Un convegno sui tumori nasosinusali e la prevenzione dei lavoratori a rischio

I tumori nasosinusali: prevenzione dei lavoratori a rischio”. E’ questo il tema del convegno interdisciplinare che si svolge sabato 26 novembre a partire dalle ore 8.30 nell’auditorium del nuovo centro sanitario di Capannori, con l’organizzazione curata dall’unità operativa di Otorinolaringoiatria dell’ospedale di Lucca, diretta da Riccardo Mario Piane, e dall’unità funzionale di Prevenzione e Sicurezza nei luoghi di lavoro di Lucca, di cui è responsabile Maria Grazia Roselli.I tumori del naso e dei seni paranasali sono da molti anni considerati neoplasie ad alta frazione eziologia, quindi sono in gran parte dovuti a motivi professionali in alcuni specifici settori lavorativi.Data la gravità di questa patologia, è importante che questa convinzione si traduca in iniziative di prevenzione e di diagnosi precoce nella pratica quotidiana di Medici del Lavoro, Medici di Famiglia e Clinici in generale.Il convegno pertanto presenterà il quadro epidemiologico e le principali esposizioni professionali responsabili di tumori del naso e dei seni paranasali, con la finalità di individuare le azioni concrete da attuare per la loro prevenzione e diagnosi precoce.Per i tumori nasosinusali (TUNS) è prevista per legge l’istituzione di uno specifico registro nazionale (Registro Nazionale dei Tumori Nasali e Sinusali) e in Toscana, presso l’ISPO, è istituito un archivio regionale dei tumori naso sinusali.Le polveri di legno e cuoio inalate in ambiente di lavoro sono in grado di spiegare la maggior parte dei casi di queste neoplasie diagnosticate in Italia.Nel territorio dell’Azienda USL 2 la lavorazione del legno riguarda circa 500 aziende, con circa 1200 addetti.

Dal 2000 al 2010 presso l’unità operativa di Otorinolaringoiatria sono stati sottoposti ad intervento di resezione cranio facciale e/o cranioendoscopica 27 pazienti per tumori naso-sinusali (in 3 pazienti resezione endoscopica esclusiva).Da una stima dell’ISPO sugli anni 2000-2004 l’Azienda sanitaria lucchese risulta fra quelle a più alta incidenza di tale patologia nella Regione Toscana, con un tasso di incidenza annuale superiore a 1,17 casi/100.000.I tumori naso sinusali sono spesso misconosciuti e diagnosticati in fasi avanzate (stadio 3 o 4). Una visita Otorino con fibroscopia ottica delle fosse nasali permette una diagnosi precoce del tumore e questo permette di  migliorare nettamente la prognosi e la qualità della vita dei pazienti.

 

 

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!