Salute Top news

Sudorazione notturna, da cosa dipende?

La sudorazione notturna è un disturbo abbastanza diffuso e può verificarsi occasionalmente oppure può avere cause mediche specifiche. Si manifesta, come suggerisce il nome, con una sudorazione diffusa in tutto il corpo durante le ore notturne e non dipende dall’eccessiva temperatura dell’ambiente in cui si riposa.

Le cause della sudorazione notturna possono essere di varia entità e gravità. Prima di considerare la possibile presenza di malattie è essenziale escludere che ci siano cause non mediche come per esempio una temperatura molto alta nella stanza in cui si dorme e l’utilizzo di coperte troppo pesanti.In questi casi basta semplicemente cercare di rinfrescarsi un po’.

E’ invece necessario chiedere aiuto al proprio medico, quando il fenomeno è associato a stati di ansia, disturbi del sonno, l’influenza, dipendenza e astinenza da sostanze di abuso, tumori, malattie ematologiche, sbalzi ormonali, apnee notturne, problemi alla tiroide e disturbi endocrini, infezioni acute o croniche, così da determinare la cura corretta.

Data l’elevata quantità di cause possibili, il trattamento per la sudorazione notturna deve essere definito insieme al proprio medico. In alcuni casi risultano molto utili preparazioni topiche ad azione antitraspirante da applicare sulla pelle. Si tratta di creme o lozioni a base di sali di alluminio ed è possibile acquistarle in farmacia. Anche i farmaci anticolinergici sono molto utilizzati, ma hanno alcuni effetti collaterali.
Se la causa è da ricercare in uno stile di vita non troppo sano, iniziare a praticare attività fisica in maniera frequente e di evitare di mangiare troppo a cena per poter dormire meglio, può essere un buon punto di partenza.
Nel caso in cui il sudore eccessivo notturno derivi da cause non mediche, per avere sollievo è necessario scoprirsi oppure indossare un pigiama più leggero. Se si soffre di problemi di insonnia si può ricorrere a tisane rilassanti o integratori a base di melatonina in modo da migliorare il ciclo sonno/veglia. La temperatura idonea per un buon riposo oscilla tra i 18°C e i 20°C. Utilizzare lenzuola di cotone evitando materiali sintetici che non traspirano.
Nel caso in cui la sudorazione dipenda da stati d’ansia o di stress eccessivo è bene affrontare il problema con un percorso psicologico in modo da ritrovare per prima cosa il benessere interiore.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!