';

Lo stress nella vita privata e sul lavoro, si può gestire grazie allo stress management coaching

Cos’è lo stress?

Si definisce STRESS “la risposta funzionale con cui l’organismo reagisce a uno stimolo più o meno violento (stressor) di qualsiasi natura, microbica, tossica, traumatica, termica, emozionale, ecc….Nell’uso corrente, tensione nervosa, logorio, affaticamento psicofisico, e anche il fatto, la situazione e simili che ne costituiscono la causa…In geologia e petrologia, minerale da stressminerale che ri-cristallizza durante un processo metamorfico, in regime di pressioni orientate” (Vocabolario Treccani). E’ quindi “una reazione non specifica del corpo alle richieste dell’ambiente e nasce da tutte le situazioni che possono risultare pericolose, preoccupanti, ma anche dei semplici cambiamenti rispetto alle normali abitudini“. Più una situazione viene percepita come pericolosa, maggiore sarà lo stress che avremo.

Le cause dello stress

Lo stress nasce da una interpretazione (valutazione cognitiva) di un evento e dalla successiva valutazione automatica delle capacità della persona di far fronte a quell’evento. Lo stressor è una situazione che provoca la reazione di stress. Possiamo dire che gli stressor sono le situazioni stressanti mentre lo stress è la reazione del corpo per fronteggiarli. Non sono solo le situazioni concrete a poter essere minacciose. Anche i nostri pensieri e le nostre emozioni possono provocare delle reazioni di stress. Il nostro cervello reagisce a ciò che pensiamo allo stesso modo in cui reagisce a ciò che vediamo.

Gli individui non sono semplicemente vittime dello stress, ma è il modo in cui valutano gli eventi stressanti (valutazione primaria), le loro risorse di coping (fronteggiamento), le alternative di azione (valutazione secondaria) a determinare la natura dello stress individuale. E’ la risultante di un’interazione tra variabili ambientali e variabili dell’individuo.

“Ogni individuo possiede un diverso livello di resistenza al fenomeno, che, a sua volta, non è sempre e necessariamente negativo o dannoso. I fenomeni che generano stress si possono riconoscere nell’angoscia, nello sforzo fisico, come pure nel successo; infatti “dal punto di vista della sua capacità di provocare uno stress, non ha importanza che l’agente stressante, o la situazione che dobbiamo fronteggiare, sia piacevole o spiacevole: conta solamente l’intensità del bisogno di adattamento o riadattamento” (Selye, 1974).

Stress da lavoro

Un forte stress nocivo all’interno del contesto lavorativo può essere deleterio sia nel breve che nel lungo termine, si può andare incontro ad alcune problematiche rilevanti.

  • La prima per quanto scontata, può essere anche solo la credenza che il luogo di lavoro ci renda nervosi: se c’è qualche aspetto nell’azienda in cui lavoriamo che ci da fastidio, la concentrazione su di essa può portarci ad essere più nervosi verso qualsiasi altro aspetto del posto in cui lavoriamo;
  • Scaricare le tensioni del lavoro nella vita privata: rimuginare sull’andamento del proprio lavoro, non fa bene. Ancora meno se questi fattori negativi invado luoghi o “riti” come andare con gli amici al ristorante, o comunque nei quali i problemi del lavoro non dovrebbero nemmeno lontanamente essere presenti;
  • Malumori con colleghi, capi e clienti: forse tutti abbiamo avuto almeno una volta il collega che non ci piace, il capo prepotente e il cliente insistente;
  • Mobbing: è una forma di abuso, una serie di comportamenti aggressivi fisici o verbali da parte di una o più persone nei confronti di una o un gruppo di persone. In Italia, esistono dei disegni di legge specifici sul tema.
  • Sfiducia nelle proprie capacità: l’autostima è un fattore importante per la personalità di un individuo, l’assenza di sicurezza nelle proprie capacità porta ad un complesso di inferiorità e può portare alla depressione;
  • Competizione: essere in un luogo di lavoro con un alta competizione e consumarsi perché non si riescono a raggiungere i risultati desiderati.

Vi sono due categorie di sintomi che possono essere causati dallo stress che molto spesso trascuriamo pensando possano essere una cosa momentanea, casuale, colpa di un’altra ragione sconosciuta ma per la quale non diamo troppa importanza: i sintomi sul piano psicologico e i sintomi sul piano fisico. Infatti, se pensiamo che lo stress sia questione solo mentale e che possa portare solo ad un semplice mal di testa, beh non è così. Sono diversi i sintomi che si possono manifestare sul nostro corpo che dovrebbero farci capire il prima possibile che c’è qualcosa in noi che non va.

Partiamo dai sintomi sul piano psicologico:

Stanchezza, isteria, scarsa concentrazione ed un abbassamento del livello immunitario sono solo alcune delle cause più comuni ed iniziali che possono essere causate dallo stress. Nei casi peggiori, l’esposizione ad alti livelli di stress può portare a sintomi ben più gravi come: attacchi di panico, crisi di pianto improvvise e, nel peggiore dei casi, depressione.

Sintomi sul piano fisico:

Ecco un elenco con alcuni dei sintomi più comuni causati dallo stress da lavoro:

  • Reflusso gastroesofageo;

  • Gastrite da stress;

  • Colite;

  • Cistite;

  • Disturbi alimentari;

  • Dermatite;

  • Disturbi intimi come l’eccessivo prurito;

  • Problemi respiratori;

  • Perdita di capelli.

  • Fame nervosa;

  • Eccessivo uso di alcool e tabacco.

Stress nella vita privata

La vita di ogni individuo è costellata di difficoltà che talvolta, si possono evitare ma che, nella maggior parte dei casi, bisogna provare a superare. Forse i problemi di chi vive nella società moderna sono molto diversi da quelli che avevano in passato; sono pochi coloro che fanno fronte a fame e freddo e, quando qualcuno ha un ostacolo da superare, di solito si riferisce a qualcosa di più psicologico ed emozionale, come ad esempio l’equilibrio tra famiglia e lavoro, la depressione, l’interrompersi di una relazione di lunga durata.

Come affrontare i problemi della vita?

Sembrerà banale, ma interiorizzare il fatto che non sei un caso isolato e particolarmente sfortunato e che invece tutti gli individui, chi più chi meno, devono affrontare delle problematiche nella loro vita, ridurrà la tua ansia e il tuo pensiero negativo. Non perché ti fa piacere che gli altri abbiano difficoltà ma semplicemente ti renderai conto che è perfettamente normale incontrare ostacoli sul proprio percorso di vita. L’organismo, la mente e le emozioni di tutti esseri umani, per questo, sono predisposte ad andare incontro alle difficoltà e superarle. Credi in te stesso e non abbatterti, nelle tue mani hai tutte le risorse per sconfiggere quello che ti tormenta. Con il giusto mindset, puoi trarre vantaggio dall’ostacolo e utilizzarlo come motore per crescere, imparare dai tuoi errori e migliorare nella tua performance lavorativa e nella tua sfera privata. Certe situazioni che possono essere stressanti e difficoltose ti offrono l’opportunità di sviluppare abilità che in altri contesti non potresti far crescere. Il segreto è osservare tutto con un’ottica diversa. Il proprio stato di benessere e le problematiche viaggiano in direzioni parallele. Se sei stanco, affaticato, ammalato e stressato, avrai meno lucidità nel superare ostacoli, che ti sembreranno insormontabili come delle montagne. Prenditi cura del tuo corpo e della tua salute, nonché della tua autostima. Solo al pieno delle energie e con un’attitudine positiva riuscirai a farti scorrere addosso come acqua le difficoltà della vita, che parranno decisamente più piccole e irrilevanti. Molte volte la soluzione risiede nella comprensione. Se definisci e impari a conoscere la difficoltà che hai di fronte, ti sarà molto più facile aggirarla o prenderla di petto e vincerla. La paura nasce dall’ignoto; terrorizza molto di più qualcosa che non si conosce e che non si sa come sconfiggere. Si rimugina sul problema, cercando di capire quanto danno farà alla tua vita, ingigantendolo perché, appunto, non conosci la sua natura e il suo impatto. L’analisi lucida e oggettiva è quindi fondamentale per conquistare la vittoria su una problematica.

Come gestire lo stress

Quando si punta in alto e si lavora davvero duramente per ottenere il successo che si desidera, spesso si verifica un alto grado di stress. Ma non è necessario. Lo stress è spesso visto come il rovescio della medaglia del successo, il prezzo che dobbiamo pagare per essere ambiziosi, voler ottenere grandi cose, per poter gestire un’attività di successo. Lo stress è un enorme ostacolo al raggiungimento di prestazioni elevate. Ti impedisce di pensare  chiaramente. Il processo decisionale diventa difficile… colpisce la tua capacità di concentrazione e di ricordare le cose. E questo riguarda solo l’impatto sulla tua attività o sulla tua carriera… l’impatto su di te, può essere altrettanto debilitante:

  • Notti insonni che ti lasciano esausto e dipendente dal caffè (o peggio) per iniziare ogni giorno.
  • Tensione, mal di testa, dolori muscolari, ansia, problemi di pancia, mancanza di appetito che accompagnano le tue giornate…

Se ti riconosci in questa descrizione, non dovrò dirti che differenza farà ridurre lo stress nella tua vita, essere in grado di gestire meglio le situazioni stressanti in futuro, quanto sarai più felice e calmo e quanto sarà bello poter riprendere il controllo, meno ansioso e in grado di massimizzare le tue opportunità di business da qui in poi.

La più grande arma contro lo stress è la nostra capacità di scegliere un pensiero rispetto ad un altro
(William James)

Il management coaching contro lo stress nocivo

Lo stress può impattare su di noi in diversi modi, emotivamente, mentalmente e fisicamente. Gli individui ad alte prestazioni spesso si trovano ad avere problemi a dormire, ad avere la pressione alta o ad essere facilmente distratti. Potresti sentirti stanco, depresso e potresti aver perso tutta l’energia e ambizione che avevi un tempo. Non riuscire ad affrontare i fattori di stress nella tua vita può portarti ad un “burnout” e persino a gravi conseguenze per la tua salute. Se ti senti sopraffatto e sotto forte pressione, un consulente per la gestione dello stress può aiutarti a riprendere il controllo, offrendoti un supporto personalizzato. Grazie al Coaching puoi controllare i fattori scatenanti e gestire il modo in cui reagisci allo stress. Il Coaching per la gestione dello stress può aiutarti a identificare e affrontare le principali fonti di stress nella tua vita personale o professionale. Un Coach per la gestione dello stress può fornirti suggerimenti e strategie per disattivare questi fattori di stress. Inizierai a sentirti rinnovato, più energico e pronto ad agire sui tuoi sogni e obiettivi personali.

Elimina le cause dello stress nocivo con Matteo Rocca, Business coach con credenziale ICF.

Contatti:

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

close
error: Content is protected !!