in

Solo il 15% degli italiani mangia bene frutta e verdura

Indagine nazionale a firma di un gruppo di esperti italiani

184940886-594ed374-fdd1-460f-8a3b-09f5b5b3cecbPiù di 7 italiani su 108 nella fascia over 50, reputano di seguire un’alimentazione sana ed equilibrata e oltre l’80% dichiara di aver adottato almeno un comportamento salutistico nell’ultimo anno, ponendo, in particolare, attenzione al cibo: oltre il 50% si impegna a mangiare in modo vario ed equilibrato, mentre il 66 % – quota che sale al 73% nella popolazione over 50 – cerca di evitare gli eccessi più rischiosi per la salute, per esempio riducendo zuccheri, sale, grassi o alcool.

Dal position paper “Nuove evidenze sull’uso dei Multivitaminici e Multiminerali e sensibilizzazione alle carenze nutrizionali nella popolazione over 50”, a firma di un Gruppo di Studio Multidisciplinare di esperti italiani, emerge, quindi, un profilo di virtuosi. Ma questa percezione così rigorosa non sempre è confermata nei fatti. Quando intervistato sugli alimenti consumati nelle 24 ore precedenti, se è vero che la quasi totalità del campione mangia cibi sani e corretti, la maggioranza non riesce però a rispettare, attraverso la composizione del menù quotidiano, le dosi raccomandate necessarie ad assicurare all’organismo l’assunzione di tutti quei nutrienti essenziali per la promozione della salute e del benessere. 

Frutta e verdura, ricche di vitamine e minerali, non mancano quasi mai dalla tavola degli italiani, ma il loro consumo si attesta, nella maggior parte dei casi, su  quantitativi minimi e spesso non sufficienti: solo il 15% circa della popolazione riesce, infatti, a introdurre nella propria dieta  giornaliera il corretto apporto consigliato dall’OMS, pari ad almeno 5 porzioni, mentre il consumo medio è limitato a circa 3 porzioni. E, dato ancor più preoccupante, esiste una scarsissima consapevolezza che queste abitudini alimentari siano inadeguate rispetto al fabbisogno nutrizionale: il 70%circa degli intervistati ritiene di non dover aumentare la quantità di frutta e verdura assunta giornalmente perché la ritiene già sufficiente, quasi 7 italiani su 10 non sono a conoscenza di quale sia il consumo di frutta e verdura raccomandato e, tra coloro che dichiarano di conoscerlo, solo poco più del 10% indica correttamente le 5 porzioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Test prenatale, bastano poche gocce di sangue materno

Maternità sul lavoro: per il 90% dei dipendenti non è un ostacolo