Eventi

Società: a Milano promessa di matrimonio per coppie di fatto

Etero, gay e lesbo conviventi sono oltre 1 milione e si scambiano le proprie intenzioni alla presenza dell’Assessore alle Politiche Sociali Pierfrancesco Majorino. Il 22 novembre scorso, al Palazzo Litta di Milano, le coppie di fatto si sono scambiate la promessa di matrimonio, a conferma di quanto l’unione con la persona amata sia importante per il benessere psicofisico degli italiani, anche se non sancita ufficialmente dal tradizionale vincolo del matrimonio.

Molte coppie di fatto si erano già iscritte al Registro delle unioni civili del Comune di Milano inaugurato lo scorso settembre per volere dell’amministrazione guidata dal sindaco Giuliano Pisapia. Altre sono accorse il 22 novembre al Palazzo Litta, alla presenza di Federico Montanari (Amministratore Delegato del Gruppo Dermal) esperto di estetica e di benessere della coppia, per scambiarsi la propria “promessa di matrimonio”. Madrina dell’iniziativa la bellissima “diavolita” Melita Toniolo. Era presente, in qualità di invitato, anche Pierfrancesco Majorino, Assessore alle Politiche Sociali e alla Cultura della Salute del Comune di Milano.

Sono state circa una ventina le coppie che, vergando una pregiata pergamena, hanno sancito la loro reciproca promessa di matrimonio, a conferma che le coppie di fatto anche in Italia sono molto numerose. A coronamento di questa promessa, Federico Montanari è passato quindi alla lettura del Decalogo del “Bellessere delle Coppie di Fatto”: dieci regole emerse da una ricerca del Centro Studi Dermal su un campione di 800 uomini e donne di età compresa tra 18 e 55 anni, che sanciscono il benessere esteriore ed interiore di due persone che si amano, che magari convivono, ma che non necessariamente si sono ancora sposate ma hanno l’intenzione di farlo.

Che siano composte di giovani o anziani, eterosessuali, gay o lesbiche, in Italia le coppie di fatto su scala nazionale sono stimate in circa 1.003.423 (pari al 6,6% delle coppie italiane, secondo gli ultimi dati dell’Istat). La percentuale di coppie non coniugate si alza al 9,4% nel nord-est, l’9% del nord-ovest, flettendo al 6,6% al centro, per precipitare al 3,3% nelle isole e al 2,8% al sud. A Milano, in proporzione, il loro numero si aggirerebbe intorno a 18.000.

In Francia, dove è in vigore dal 1999 il PACS (patto civile di solidarietà), secondo gli ultimi dati dell’INSEE (Istituto di statistica francese) le coppie di fatto sono oltre 1 milione.

In Spagna dal 2008 anche le coppie dello stesso sesso possono sposarsi. Non esiste una legge statale per le coppie di fatto, è regolato a livello locale. Pioniere sono state la Catalunya, le Canarie e la città di Madrid. Al 1 gennaio 2011 erano 19.643 le coppie spagnole dello stesso sesso sposate.

In Germania soltanto le coppie omosessuali possono registrarsi in unioni civili, secondo la legge risalente al 2001. Per le coppie etero l’unica soluzione per unirsi legalmente è il matrimonio. Il matrimonio gay è stato più volte dibattuto ma non è mai stato approvato e non se ne prevede l’affermazione. In Germania secondo il prestigioso quotidiano Die Welt, sono finora state registrate 27.000 unioni civili, 16.000 formate da uomini e 11.000 formate da donne.

Negli Stati Uniti l’accesso al matrimonio è competenza delegata ai singoli Stati. Attualmente sono nove gli Stati americani in cui è possibile per le coppie dello stesso sesso accedere al matrimonio: Massachusetts, Connecticut, Vermont, New Hampshire, Iowa, New York, Maine, Maryland, il distretto Washington DC e lo Stato di Washington, quest’ultimo in seguito all’esito di un referendum di ratifica svoltosi il 6 novembre 2012 in coincidenza con il voto per l’elezione del Presidente degli Stati Uniti. In California la legge sulle unioni civili è aperta anche alle coppie eterosessuali. Secondo i dati dell’ultimo censimento usciti nel 2011, le coppie gay e lesbiche sposate negli USA sono 131.729.

In Gran Bretagna, il Civil Partnership Act riconosce alle coppie dello stesso sesso la possibilità di vincolarsi in una unione registrata molto simile al matrimonio, in cui i contraenti assumono lo status legale di ‘civil partners’. Secondo gli ultimi dati  dell’ Office of National Statistics mostra che dal 2005 ci sono state 42.778 unioni civili fra membri dello stesso sesso. Per la BBC, in Inghilterra sono 4 milioni le coppie che convivono senza essere sposate. Le coppie hanno meno diritti sia di quelle legalmente sposate che di quelle registrate in una civil partnership.

DECALOGO DEL BELLESSERE DELLA COPPIE DI FATTO:

  1. Lodate il vostro partner: ogni tanto fate qualche complimento e apprezzamento al vostro partner; non farà bene solo a lui, ma anche a voi stessi. Ma non fissatevi sui lati negativi, cercate di valorizzare i suoi lati positivi (42% dei pareri).
  2. Qualche volta uscite anche senza il partner, con i vostri amici, lasciategli i suoi spazi. Poi quando vi rivedrete vi raccontate le rispettive esperienze. (37%).
  3. Non tenetevi la rabbia dentro: dite sempre al vostro partner cosa vi fa arrabbiare di lui. Si possono tralasciare le piccolezze, ma quando qualcosa seriamente vi disturba dovete dirlo all’altro, cercando di evitare toni che possano ferire. (33%).
  4. Riservarsi una serata per uscire durante la settimana: trovare il tempo per una date-night, un “primo appuntamento” per rivivere i momenti dell’inizio della vostra storia. (25%).
  5. Appuntamenti a sorpresa: organizzarne uno a sorpresa è ancora più romantico e premuroso. Presentatevi all’uscita dall’ufficio e portatelo/la ad un concerto o ad una cena a sorpresa. (21%)
  6. fissarsi un appuntamento in un centro estetico o in una spa per dedicarsi insieme alla cura di se stessi, per avere un momento di relax da soli e lontano dalle responsabilità di tutti i giorni. (16%)
  7. cucinare insieme un pasto light dall’inizio alla fine, dai fornelli alla preparazione della tavola; e dopo cena farsi un massaggio reciprocamente rilassante con una crema idratante. (10%)
  8. la mattina prima di andare in ufficio o la sera dopo cena, fare una passeggiate insieme, anche con il proprio animale domestico.(7%)
  9. fare fitness in due, che preveda anche esercizi di coppia, o comunque andare insieme in palestra o a un corso sportivo o di ballo o zumba fitness. (6%)
  10. fare un corso di burlesque per lei e di streaptease per lui, al fine di sciogliere i freni inibitori. (3%)

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!