Questo sito contribuisce
alla audience di
Adnkronos Salute e Benessere

Smog: esperto, ‘causa ogni anno 80 mila morti premature in Italia’

Roma, 28 gen. (AdnKronos Salute) – “Un numero sempre maggiore di studi indica che lo smog, che ogni anno in Italia uccide prematuramente oltre 80 mila persone per colpa dei suoi effetti dannosi sull’apparato respiratorio e sul sistema cardiovascolare, è deleterio anche per la funzionalità cerebrale”. Lo spiega Sergio Harari, direttore Unità operativa Pneumologia, ospedale San Giuseppe di Milano, presidente del seminario internazionale ‘RespiraMi 3: Air Pollution and our Health’, che si è svolto nel capoluogo lombardo, promosso dalla Fondazione Irccs Policlinico e dalla Fondazione internazionale Menarini.

“Un’ampia ricerca su circa 25 mila cinesi – sottolinea l’esperto – ha per esempio dimostrato che i livelli di esposizione all’inquinamento atmosferico correlano con le capacità in test matematici e di linguaggio. Quanto più si è esposti allo smog, tanto più con l’andare degli anni peggiorano le abilità cognitive necessarie a svolgere i test, soprattutto negli uomini e in chi appartiene a fasce socioculturali svantaggiate. Altri dati – aggiunge Harari – confermano che lo smog si associa a un peggioramento delle capacità cognitive a ogni età, con un aumento del rischio di demenze e Alzheimer nei soggetti più anziani: l’associazione è particolarmente evidente con alcuni inquinanti derivanti dal traffico veicolare, come ossidi di azoto e particolato fine”.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Gruppo Salatto
/* ]]> */