Medicina e chirurgia

Si parlerà di banche biologiche e strategie per inibire la crescita del tumore domani a Palazzo Rocca Saporiti

Tumori e biobanche è il focus del prossimo appuntamento di Gained in Translation ovvero Il valore aggiunto della Ricerca Traslazionale, previsto per domani, Giovedì 6 Giugno alle ore 15:00, nella Sala Cubica di Palazzo Rocca Saporiti in Viale Murri n.7. Il titolo dell’11° seminario è ANGIOGENESI, ONCOGENI, MARCATORI: BERSAGLI MOLECOLARI DEI TUMORI E IL FUTURO DELLE BIOBANCHE e concentra l’attenzione su due temi di particolare attualità nel panorama della ricerca internazionale.

Da un lato il tema della angiogenesi, una delle sfide più interessanti del futuro della ricerca oncologica, che riguarda le possibilità di “affamare” il tumore bloccandone i meccanismi che ne favoriscono la crescita attraverso lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni.

Dall’altro il tema delle banche per la raccolta  e conservazione di campioni biologici (sangue, tessuti) che rappresentano una novità ed una risorsa essenziale per l’identificazione sia delle basi molecolari delle malattie che dei nuovi bersagli sui quali fare agire i farmaci.

È di recente avvio a Reggio Emilia, presso l’Azienda Ospedaliera IRCCS, il progetto di istituzione di una banca dati dei tessuti tumorali. Coordinato dal Direttore del Dipartimento Oncologico, Giorgio Gardini, in collaborazione con l’anatomo patologo Giulio Rossi, il progetto rappresenta la premessa a nuovi filoni di ricerca sui diversi tipi di tumore, sui fattori che possono favorirne lo sviluppo e sull’utilizzo delle terapie più efficaci.

Per trattare questi temi saranno ospiti domani a Palazzo Rocca Saporiti tre relatori di prestigio internazionale.

Il Prof. Angelo Paradiso Direttore Scientifico dell’IRCCS di Bari ed attuale coordinatore della RIBBO (Rete Italiana BioBanche Oncologiche,www.iss.it/ribopresenterà una relazione su “Biobanche tra presente e futuro”. Il Prof. Paradiso ha all’attivo oltre 280 pubblicazioni sulle più prestigiose riviste specialistiche internazionali.

La Dr.ssa Raffaella Giavazzi, Direttore del Laboratorio di Biologia e Terapia delle Metastasi presso l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano, interverrà su “ Inibitori dell’angiogenesi: dalla preclinica alla clinica”. La professionista ha collaborato con prestigiosi centri internazionali, tra i quali il Cancer Metastasis and Treatment Laboratory di Frederick Maryland, USA, ed ha ricoperto il ruolo di Professore presso il Department of Cell Biology del M.D. Anderson Hospital in Texas. Giavazzi è autrice di oltre 150 articoli scientifici in parte dedicati alle strategie terapeutiche atte ad inibire la formazione di novi vasi sanguigni collegati al tumore.

La terza relatrice sarà la Prof.ssa Silvia Giordano, in forze all’Istituto per la Ricerca e la Cura del Cancro di Candiolo (To) e Professore Straordinario di Istologia presso il Dipartimento di Scienze Oncologiche della Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università di Torino. Ha pubblicato oltre 70 articoli scientifici e presenta una relazione intitolata “L’oncogene MET: un nuovo bersaglio per la terapia antineoplastica”. MET è un gene che svolge un ruolo fondamentale nel processo di formazione e progressione del tumore. La suascoperta e lo studio su come intervenirvi, entrambi dovuti al gruppo di ricerca guidato da Silvia Giordano, hanno consentito di sperimentare la regressione di alcune metastasi.

A moderare l’incontro saranno il Dott. Martino Abrate, Direttore del Dipartimento Ostetrico-Ginecologico e Pediatrico ed il Dott.Giulio Rossi, del Reparto di Anatomia Patologica dellASMN-IRCCS di Reggio Emilia.

Anche questo seminario del ciclo, ideato dalla Dr.ssa Adriana Albini e organizzato dalla Dr.ssa Lucia Mangone del Dipartimento della Ricerca dell’IRCCS di Reggio Emilia, è aperto al pubblico.

 

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!