';

Salute: un sacchetto di mele contro la sclerosi multipla, torna iniziativa Aism

Roma, 29 set. (Adnkronos Salute) – Facciamo sparire la Sclerosi multipla con un sacchetto di mele. Da venerdì 1 a lunedì 4 ottobre – giornata del Dono Day – torna ‘La Mela di Aism’, evento promosso dall’Associazione italiana sclerosi multipla che si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso. Testimonial, sempre al fianco di Aism, Chef Alessandro Borghese, che anche in questa occasione ha voluto dare il volto all’iniziativa di sensibilizzazione e di raccolti fondi che andrà a garantire e potenziare i servizi destinati alle persone con Sclerosi multipla e a sostenere la ricerca scientifica.

Già da ora, a fronte di una donazione di 9 euro, è possibile prenotare il proprio sacchetto da 1,8 kg di gustose mele rosse, verdi o gialle. Basta contattare la sezione provinciale Aism della propria città il cui elenco è consultabile su http://www.aism.it/mela.

La sclerosi multipla (Sm) – ricorda una nota – è una grave malattia del sistema nervoso centrale, cronica, imprevedibile e spesso invalidante. Si manifesta per lo più con disturbi del movimento, della vista e dell’equilibrio, seguendo un decorso diverso da persona a persona. E’ una malattia che colpisce principalmente i giovani, di cui non si conoscono ancora le cause e per la quale non esiste ancora la cura definitiva. In Italia, ogni anno, 3.600 persone vengono colpite dalla malattia, con una nuova diagnosi ogni 3 ore. Delle 130mila persone malate, il 10% sono bambini e il 50% giovani sotto i 40 anni. La Sm è la prima causa di disabilità neurologica nei giovani adulti dopo i traumi. L’Italia è il paese a rischio medio-alto di sclerosi multipla: è di 6 miliardi di euro l’anno il costo sociale medio della malattia. E’ una grande emergenza sanitaria e sociale, rimarca la nota.

Alla manifestazione è legato anche il 45512, il numero solidale di Aism i cui fondi raccolti oltre a sostenere la ricerca scientifica sulle forme gravi di sclerosi multipla andrà a sostenere il progetto ‘ripartire insieme’ dopo l’emergenza, per essere ancora di più al fianco delle persone con sclerosi multipla e continuare a garantire le attività di Aism sul territorio, fondamentali per le persone malate. Gli importi della donazione saranno di 5 o 10 euro da chiamata da rete fissa Tim Vodafone, WindTre, Fastweb, e Tiscali, di 5 euro da chiamata da rete fissa Twt, Convergenze e PosteMobile e di 2 euro da cellulare personale WindTre, Tim, Vodafone, Iliad, PosteMobile, CoopVoce, Tiscali.

All’iniziativa ‘La Mela di Aism’ – conclude la nota – ha aderito Assaeroporti, l’associazione italiana gestori aeroporti, insieme agli aeroporti di: Alghero, Bari, Bologna, Brindisi, Cagliari, Foggia, Genova, Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli, Olbia, Palermo, Pescara, Rimini, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Taranto Grottaglie, Torino, Trapani, Treviso, Venezia e Verona. 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

close
error: Content is protected !!