in

Salute delle relazioni: a Vicenza appuntamenti fino al 20 ottobre

Senza titolo-2La vita di ciascuno di noi è un intreccio di rapporti, incontri, legami. In una parola: relazioni. Ma come è possibile costruirle, alimentarle e mantenerle in salute? Come possiamo svilupparle nei diversi ambiti della nostra vita, affinché siano uno strumento in più per migliorarne la qualità?”.

A questo tema è dedicata la quinta edizione di “Vivere sani, vivere bene” che, proprio in questi giorni, si sta svolgendo a Vicenza. L’evento che vedrà la partecipazione di oltre quaranta ospiti (da Joaquín Navarro-Valls ad Alessandra Graziottin, da Alessandro Bergonzoni ad Annalisa Minetti e ancora Paolo Fresu, Tiziano Treu e molti altri) durerà fino al 20 ottobre prossimo.

Alcuni temi come la salute delle relazioni in ospedale, con i bambini, nel lavoro, con noi stessi, nella scuola, nella donna sono già stati affrontati nei precedenti giorni.

Domani alle 18  nello Zambon Health & Qualiti Factory si parlerà del tema “La salute della relazione tra etica, capitale e Lavoro”. Una conversazione con Joaquìn Navarro-Valla sul concetto del ruolo di leader in un mondo che va via via sgretolandosi e in cui c’è sempre più bisogno di diffondere una cultura dell’etica e del senso di responsabilità verso ciò che facciamo e per il ruolo che rivestiamo.

Seguirà alle 20.45, al Teatro Astra “La salute della relazione Medico-paziente” (vademecum per camici bianchi e non) con Alessandro Bergonzoni e Giusi Venuti .

Qual è il lato umano della medicina? È possibile passare al sovraumano? E per far questo basta un vademecum? Venuti e Bergonzoni narreranno a due voci le possibilità e i limiti della scienza medica del nostro tempo, che non sempre riesce a pensare in termini di relazione ma che, pure, della relazione dice di avere bisogno.

Sabato 19 ottobre, invece, alle 11.00 nella Fondazione Zoé verrà affrontato il tema: ”La salute delle relazioni tra i fornelli” (sapere e sapore : la scienza entra in cucina). Conversazione con Bruno Gambarotta e Massimiano Bucchi. Si partirà dal libro “Il Pollo di Newton” (seguirà degustazione scientifica) e si procederà lungo quel “filo conduttoreche lega esperimenti scientifici e ricette succulente. C’è una relazione tra newton e il pollo, tra Pasteur e la birra… per scoprire queste insolite connessioni ci lasceremo accompagnare tra controversie ed aneddoti, gastronomia e ricerca, lungo un percorso che stuzzica la curiosità… ed il palato.

Sempre in Fondazione Zoé, alle 15.30, sarà la volta de “La salute delle relazioni nell’impresa” (c’è anche il welfare aziendale). Verrà presentato il libro di Tiziano Treu. Sarà presente anche l’autore.

In una situazione di crisi economica come quella attuale, il welfare acquisisce un ruolo ancor più pregnante. Migliorare la produttività aziendale e la qualità di vita dei lavoratori operando sugli accordi aziendali: quali pratiche, quali opportunità, quali problemi? Ne parliamo con Tiziano Treu, già Ministro del Lavoro e docente universitario di Diritto del lavoro.

La giornata di eventi proseguirà alle 20.45, nel Tempio di Santa Corona con “La salute della relazione tra parole e musica”. Reading di Flavio Soriga, musicato da Paolo Fresu.

“C’è una relazione tra il mestiere di scrivere romanzi e le trasfusioni, tra l’emigrare e il voler partire, tra i carciofi e George Clooney? Esiste una relazione tra tutte le cose che ci accadono, senz’altro c’è – soltanto che non è facile trovarla, e delle volte è addirittura impossibile. Eppure vale sempre la pena cercare le relazioni tra noi e il mondo, tra i sogni e la realtà, e sorprendersene: c’è davvero una relazione tra i cinquant’anni di Paolo Fresu e Flavio Soriga che parla di zuppa gallurese al programma di Benedetta Parodi? C’è, senza alcun dubbio.” (Flavio Soriga). Un inedito da non perdere.

La giornata conclusiva della kermesse di eventi sarà domenica 20 ottobre. Dalle 10 alle 18 al B55 Polo Giovani si affronterà il tema: “La salute delle Re(l)azioni Chimiche” (esperimenti e scoperte per piccoli scienziati.

In natura esistono relazioni incredibili! Atomi e molecole si uniscono in soluzioni e miscugli, fino a scatenare reazioni chimiche sorprendenti. Un laboratorio per scoprire questo magico mondo attraverso affascinanti esperimenti, ed un viaggio mozzafiato tra le relazioni celesti del planetario digitale.

Alle 15 (in replica alle 17) al Teatro Astra si parlerà del tema. “La salute delle relazioni nelle favole” , uno spettacolo teatrale per bambini (Bzou e la  Bambina).

Un racconto antico, quello di Cappuccetto Rosso, ripensato, reinventato e interpretato in modo originale, rispettando ciò che da secoli le fiabe raccontano: la storia del bambino che cresce dentro il suo intricato bosco di emozioni, lungo la strada per diventare grande… Una storia poetica sulla diversità e sulla necessità della relazione con l’altro, nell’avventura del crescere.

L’ultimo evento in programma sarà “La salute della relazione tra jazz e cinema” con il Cineconcerto di Gianluca Petrella.

C’era una volta il cinema muto. Quello stesso cinema che invece oggi ha una voce nuova, mai sentita, fatta di suoni e note improvvisate che accompagnano le immagini dei cortometraggi del cinema delle origini. Uno tra i più brillanti jazzisti del momento ci propone, tra trombone e strumenti elettronici, un’esperienza da film.

Written by Emilio Lanese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Accesso alla contraccezione moderna, Italia fanalino di coda

“I mesi della vista”: campagna del Ministero della Salute