';

Rimedi contro i geloni sulle mani

È arrivato il freddo! Gennaio e l’anno nuovo portano belle giornate ma anche forti abbassamenti delle temperature: è facile ammalarsi e subire dei fastidi. Con il freddo, durante l’inverno il corpo è più sensibile ad agenti esterni che possono indebolirlo. Soprattutto il freddo può nuocere anche alla nostra pelle rendendola secca; per chi ne soffre, è anche il periodo dei geloni alle mani, fastidiosi ma curabili. In questo articolo parleremo di alcuni consigli e alcune accortezze da seguire per combatterli, oppure per prevenirli.

Cosa sono i geloni e perché si manifestano

Dal punto di vista medico, il gelone è un’irritazione della pelle che si verifica quando ci sono bruschi cambiamenti di temperatura: è soprattutto il passaggio tra una temperatura più calda e una più fredda a determinare queste infiammazioni della cute che coinvolgono principalmente i vasi sanguigni e che determinano la formazione dei geloni. Queste infiammazioni interessano soprattutto le zone più esposte, e quindi, oltre alle mani, anche i piedi, il naso, le labbra e anche le gambe.

Rimedi contro i geloni

Esistono diversi rimedi per combattere i geloni alle mani, oltre a veri e propri trattamenti per chi ne soffre abitualmente; le cure variano ovviamente in base all’intensità dell’infiammazione. Vediamone qualcuno qui sotto con qualche consiglio, ma prima ricordiamo una regola generale: evitiamo di toccare eccessivamente i geloni o di esporli a temperature troppo calde o fredde; meno verranno toccati e prima scompariranno.

Creme e pomate: il rimedio più semplice è applicare sui geloni una crema o una pomata, di solito a base di corticosteroidi. Questa soluzione può essere d’aiuto per casi lievi, in cui i rigonfiamenti danno prurito e non altri fastidi. Per una guarigione completa si possono unire alla pomata anche dei farmaci per via orale.

Nifedipina: nei casi più “gravi” a volte è necessario ricorrere a terapie farmacologiche; a tal proposito è molto utilizzata la nifedipina, un principio attivo che riduce la pressione sanguigna e aiuta in questo modo la vasodilatazione. Può essere utile ma attenzione ad alcuni effetti collaterali come l’emicrania; chiedete sempre consiglio al vostro medico.

Antibiotico: qualora insieme ai geloni si verificassero anche delle infezioni, potrebbe essere il caso di procedere con una terapia antibiotica

Evitare gli sbalzi di temperatura: proprio perché gli sbalzi sono la principale causa della formazione dei geloni, sarebbe meglio evitare lunghe esposizioni al caldo o al freddo per rischiare di alimentare le infiammazioni.

Mantenere le mani asciutte: è meglio mantenere le zone delle mani con i geloni asciutte e pulite; con le temperature basse infatti la pelle della mano bagnata subirebbe un ulteriore stress.

Niente graffi: è bene mantenere le zone interessate al sicuro da graffi o sfregamenti eccessivi.

Mantenere la pelle idratata: Una pelle ben idratata, grazie ad apposite creme, sarà meno sensibile all’aggressione del freddo e costituirà un terreno fertile per le infiammazioni.

Conduci uno stile di vita sano: una corretta alimentazione insieme allo svolgimento dell’attività motoria favorirà la circolazione del sangue e migliorerà il processo di vascolarizzazione. Evita anche il fumo e l’alcol.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

close
error: Content is protected !!