Questo sito contribuisce
alla audience di
Medicina e chirurgia Top news

Ricerca sulla vendita online di pillole dimagranti senza ricetta

Una nuova ricerca di MarkMonitor rivela delle scioccanti statistiche sulla vendita online di pillole dimagranti senza ricetta in molti paesi europei come Germania, Francia, Spagna, Regno Unito e Italia.

L’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ha sospeso la licenza a tre brand, due di pillole dimagranti e uno che produce un farmaco che è usato per curare il diabete di tipo II, per i possibili effetti delle pillole che vanno oltre ai benefici di salute che dovrebbero fornire.

Il sondaggio di MarkMonitor ha rivelato che la pillola dimagrante A era la più venduta dei tre farmaci senza ricetta dei Paesi interessati. Le pillole dimagranti A erano disponibili dal Regno Unito in 132 siti; Spagna 133; Francia 132; Germania 114; Italia 104. Gli effetti collaterali riconosciuti della pillola A comprendono una gamma di possibili problemi psichici come cambiamenti di umore, depressione e tendenze suicide, in particolare in pazienti che soffrono già di depressione.

La pillola dimagrante B, che può aumentare il rischio di cardiopatia ischemica, era più disponibile in Francia con 95 siti che offrivano la cura per il diabete. Era meno accessibile ai clienti del Regno Unito, che potevano reperirla online su 77 siti.

Gli italiani avevano l’accesso più ampio ai farmaci per il diabete, dato che 57 siti offrivano le pillole senza ricetta, solo 34 siti vendevano alla Germania. Questi farmaci sono stati ritirati dall’EMA quando sono state mostrate sperimentazioni cliniche che provano il fatto che questi farmaci accrescono il rischio di colpi o attacchi di cuore, comparati a un placebo.

“E’ scioccante vedere che quei farmaci vietati nell’Unione Europea, a causa dei possibili rischi che hanno, siano stati resi disponibili ai consumatori attraverso il continente grazie a internet”, dice Charlie Abrahms di MarkMonitor. “vendere questi farmaci nell’Unione Europea non è solo illegale, ma mette in pericolo le vite dei consumatori inconsapevoli. È vitale che le case farmaceutiche si prendano la responsabilità di monitorare effettivamente i loro canali di vendite online per assicurare che i siti che vendono farmaci senza licenza in EU siano tolti dal web il prima possibile. La protezione del brand è un problema importante per le aziende, in particolare nel settore farmaceutico dove le vite delle persone potrebbero essere a rischio.”

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

error: Content is protected !!
/* ]]> */