Benessere e alimentazione

Prevenzione all’alcol nelle scuole: stanno iniziando i progetti del Dipartimento per le dipendenze

Il Dipartimento per le dipendenze dell’Azienda Ulss 19 sta cominciando nelle scuole, dalle elementari alle superiori, i progetti di prevenzione all’alcol che vedono coinvolti anche gli insegnanti e i genitori. Alla scuola elementare si sta utilizzando l’approccio delle “life skills”, cioè stimolare l’acquisizione da parte dei piccoli di competenze che fungano da fattore protettivo nei confronti dei comportamenti a rischio. A livello di scuola media l’attività di prevenzione al consumo di alcol è inserito nell’ambito del corso per il patentino di guida ciclomotori attivato in collaborazione con gli insegnanti e i vigili urbani.Alle scuole superiori, analoga attività di sensibilizzazione legata alla guida è effettuata nelle classi di quarta ed è ripetuta periodicamente anche nelle autoscuole del territorio.Contemporaneamente alle iniziative dedicate alle scuole elementari e medie, si attivano momenti di sensibilizzazione per i genitori, affinché il messaggio di quanto l’alcol sia un rischio per la salute sia appreso da tutti e non solo dai giovanissimi. E’ importante, infatti, comprendere che l’assunzione di alcol è un comportamento rischioso per l’intera collettività, che deve confrontarsi con l’esigenza di un cambiamento anche culturale coinvolgendo necessariamente tutti i membri della comunità.Dal rapporto Italia redatto da Eurispes nel 2010, l’alcol risulta essere la causa del 25% della mortalità giovanile nei ragazzi e il 10% nelle ragazze. In Italia, inoltre, la mortalità per incidente stradale collegata al consumo di alcol viene stimata attorno al 50% del totale degli incidenti. Il nostro Paese detiene il primato negativo dell’età più bassa del primo contatto con le bevande alcoliche: l’età media in Italia è 12 anni rispetto ai 14 della media europea.L’alcol, specialmente in giovane età, è in grado di produrre gravi danni anche irreversibili, interferendo con il processo di crescita cerebrale: danni tanto maggiori quanto più precoce è l’età di assunzione. Questi elementi sono tratti da ricerche e dall’osservazione diretta sul campo, in quanto sempre più giovani si avvicinano ai servizi o sono ricoverati per uso problematico di alcol. Sulla scorta di ciò, gli operatori del Dipartimento per le dipendenze Ulss 19 hanno progettato gli interventi di prevenzione in età più precoce e in un più ampio raggio, che va dalla scuola alla comunità locale nelle sue diverse articolazioni come Comuni, associazioni sportive, religiose, ricreative e di volontariato, al fine di impostare azioni efficaci rivolte a tutta la comunità e non alla sola popolazione ritenuta a rischio.

 

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!