Questo sito contribuisce
alla audience di
Benessere e alimentazione Top news

Obesity Day: Giornata di sensibilizzazione per una corretta alimentazione e lotta alla sedentarietà

Lotta al sovrappeso e all’obesità: Diabetologie aperte a Olbia e a Tempio Pausania in occasione dell’ “Obesity day”, la giornata di sensibilizzazione promossa dall’Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica (ADI). Nella giornata di oggi gli operatori della Asl di Olbia hanno fornito indicazioni sulle corrette abitudini alimentari, sulla prevenzione e il trattamento dell’obesità: ma “l’obesity day” non si conclude con questa giornata, da oggi la Asl di Olbia aprira l’ “ambulatorio di nutrizione e dietologia del territorio” a tutta la popolazione, un punto di riferimento per la popolazione che vuol cambiare stile di vita.In Gallura il 26% dei bambini tra gli 8 e i 9 anni è in sovrappeso e 1 bambino su 5 e’ definito fisicamente inattivo; inoltre in Sardegna il 14% dei ragazzi tra gli 11 e 15 anni non pratica alcuna attività fisica, “e’ d’obbligo quindi un intervento preventivo, dove una corretta alimentazione deve andare di pari passo al movimento e alla lotta alla sedentarietà”, spiega Giancarlo Tonolo, direttore del Servizio di Diabetologia che con il supporto della Direzione aziendale della Asl di Olbia, guidata dal direttore generale Giovanni Antonio Fadda, dal direttore amministrativo Giorgio Tidore e dal direttore sanitario Maria Serena Fenu, ha aderito quest’anno all’iniziativa nazionale promossa dall’Adi.Nella giornata di oggi, sia a Olbia che a Tempio, medici dietologi, dietisti e biologi si sono messi a disposizione della popolazione per effettuare una valutazione della composizione corporea e per consigliare un sano stile di vita, e compilare una dieta personalizzata.

“La vita frenetica, il nostro stile di vita ci porta ad una vita sedentaria che ha necessariamente delle implicazioni con il nostra stato di salute. Il primo fenomeno da tener sotto controllo, in particolare tra i bambini, è l’obesità, che oltre a portare a disfunzioni, come quelle ossee, ormonali e articolari, predispone il giovane al diabete, si rischia in questo modo l’anticipo dell’insorgenza della patologia, che mentre sino a qualche decennio fa era fissata a circa 40 anni, ora è scesa a circa 35”, spiega Tonolo.

 

Tra i consigli fornito oggi alla popolazione tanto movimento, “qualunque esso sia”, e una dieta equilibrata “come quella Mediterranea”: nella sola mattinata odierna tra Tempio e Olbia sono oltre 60 le persone che si sono avvicinate al reparto per chiedere informazioni e incontrare un medico per discutere di sovrappeso e obesità.

“Nei nostri giorni, in maniera molto sbrigativa, si preparano cibi abbondanti ma con prodotti di scarsa qualità, che sicuramente saziano ma che contengono zuccheri semplici e grassi che, a lungo andare, portano al sovrappeso e all’obesità”, aggiunge Tonolo, che spiega come “anche 50 anni fa si mangiavano le torte e i dolci, ma i bambini giocavano nelle piazze per tutto il giorno e si mantenevano in forma, così come gli adulti anziché andare a lavoro in auto ci andavano a piedi o bicicletta: piccoli accorgimenti sul quale bisogna puntare per vivere meglio e in salute”.

 

L’ambulatorio di “Nutrizione e dietologia nel territorio” del Servizio di Diabetologia della Asl di Olbia, da oggi sarà aperto a tutta la popolazione: un team di biologi e medici nutrizionisti sarà a disposizione dei pazienti per compilare, spiegare e discutere la dieta più adeguata a ciascuna esigenza, “un modo questo per avvicinare le persone alle diete, che non necessariamente significano rinunce e fine dei momenti conviviali o di vita sociale”, conclude Tonolo.

Per prendere un appuntamento è sufficiente contattare l’ambulatorio dal lunedì al venerdì, dalle 09.00 alle 14.00, componendo il numero 0789 / 552416 – 418.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

error: Content is protected !!
/* ]]> */