Sanità

Nuove regole contro il gioco d’azzardo, al via la campagna informativa nell’Asl 11

GIOCO_DAZZARDO

Novità sul fronte degli adempimenti per i gestori di sale giochi e di esercizi commerciali che offrono giochi pubblici o scommesse a partire dalprimo gennaio 2013. Fra qualche giorno, infatti, questi esercenti avranno l’obbligo di esporre, in modo ben visibile, all’ingresso ed all’interno dei loro locali, un’informativa sui rischi del gioco d’azzardo.Tale informativa, predisposta dall’assessorato per il diritto alla salute della Regione Toscana in collaborazione con professionisti esperti nella prevenzione e nella cura di persone affette da gioco d’azzardo patologico, è stata personalizzata da ogni azienda sanitaria locale e l’Asl 11 sta già provvedendo a distribuirla ai gestori che ne hanno fatto richiesta. E’ quanto è stato disposto dal decreto-legge cosiddetto Balduzzi (convertito in legge n. 189/2012), che prevede l’obbligo per questi gestori di esporre il materiale informativo fornito dall’azienda sanitaria locale diretto a evidenziare i rischi correlati al gioco e a segnalare la presenza sul territorio di servizi di assistenza pubblici e del privato sociale dedicati alla cura e al reinserimento sociale delle persone con patologie correlate al gioco d’azzardo patologico.

Slot machine, lotterie, gratta e vinci, poker on line, scommesse sportive, bingo, giochi da casinò e casinò on line sono alcune tipologie di giochi d’azzardo che possono provocare una pericolosa dipendenza in tutte le fasce d’età. Se è presente un impulso a giocare somme di denaro sempre più elevate oppure la tendenza a nascondere l’entità delle giocate alle persone più vicine, il giocatore può essere in una condizione di pericolo potendo sviluppare una dipendenza dal gioco.La dipendenza, infatti, si manifesta quando il giocatore spende sempre più denaro e trascorre sempre più tempo a giocare trascurando la famiglia, gli impegni lavorativi e la vita sociale; quando pensa di controllare il gioco senza riuscirci; quando diventa irritabile se non gioca; quando torna a giocare per recuperare le perdite dopo aver perso al gioco; quando mente a familiari e amici e, infine, quando arriva a commettere atti illeciti per procurarsi denaro.

Per avere ulteriori informazioni in merito ai servizi di cura per il gioco d?azzardo patologico esistenti sul territorio è possibile contattare l’Urp dell’Asl 11 al numero telefonico 0571 7051 (dal lunedì al venerdì, ore 7.30-19.30, e il sabato ore 7.30-13.00).

I gestori di sale giochi ed esercizi commerciali che offrono giochi pubblici o scommesse possono scaricare l’informativa da esporre nei loro locali dal sito www.usl11.toscana.it, direttamente dalla home page.

 

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!