Questo sito contribuisce
alla audience di
Adnkronos Salute e Benessere

Medicina: Sid, senza interventi ‘tsunami’ diabete, 10% italiani malati entro 2050

Roma, 6 mar. (AdnKronos Salute) – “Oggi 4 milioni di italiani sono diabetici. Ma se non vengono messi in campo importanti interventi di sensibilizzazione, ci attendiamo uno ‘tsunami’ inarrestabile di nuovi casi: negli ultimi 25 anni la percentuale di popolazione con diabete è quasi raddoppiata, dal 3,2% al 7%. Se continua così, entro il 2050 ci ritroveremo con il 10% di connazionali malati”. A tracciare il quadro con l’Adnkronos Salute è Francesco Purrello, presidente della Società italiana di diabetologia (Sid), riunita al congresso ‘Panorama Diabete’ a Riccione dall’8 al 13 marzo.

“Questo fenomeno non si placherà a da solo – avverte l’esperto – sappiamo esattamente perché si sta verificando e sappiamo anche quali iniziative servono per tentare di arginarlo. La Finlandia ci è riuscita: per la prima volta in un Paese europeo la curva di aumento delle nuove diagnosi si è arrestata, dopo anni di interventi strutturati che hanno favorito stili di vita sani e profondamente cambiato i consigli legati alla dieta e all’attività fisica. Noi sappiamo che la sedentarietà è fra i primi fattori scatenanti il diabete, ma in Italia non ci si può nemmeno scaricare dalle tasse le spese sostenute per lo sport”.

“Facciamo quindi appello al ministero della Salute, che ha già manifestato sensibilità su questo tema, affinché metta in campo interventi volti a favorire e a incentivare l’attività fisica, che fa bene non solo contro il diabete, ma una serie di patologie croniche”, sottolinea. L’idea, ad esempio, di introdurre nelle scuole l’insegnamento delle ‘regole di salute’, come previsto da un recente accordo con il Miur, viene accolta positivamente dai diabetologi: “Occorre mettere a sistema le esperienze positive già maturate in alcune realtà”, osserva Purrello.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

error: Content is protected !!
/* ]]> */