Sanità

L’intera storia clinica di un paziente su pc o palmare

Al bando la carta, tutte le informazioni utili sui pazienti si consultano con un click di mouse. L´Ausl di Forlì è infatti fra le poche aziende sanitarie ad aver messo a punto la cartella infermieristica informatizzata, integrata con quella medica. Il progetto, portato avanti dalle Ausl di Forlì e Cesena, con Forlì capofila, è stato anche oggetto di un poster, presentato recentemente, a Bologna, al convegno "Ricerca e Innovazione nel Servizio Sanitario dell´Emilia-Romagna". Grazie a tale strumento, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna nell´ambito di un programma di promozione e sostegno della ricerca biomedica e sanitaria, gli accertamenti infermieristici, le rilevazioni dei diversi parametri, la pianificazione assistenziale, nonché l´attuazione e valutazione dei risultati assistenziali, confluiscono, insieme ai dati clinici, diagnostici, terapeutici, in un unico contenitore che rappresenta l´insieme della documentazione del percorso diagnostico, terapeutico ed assistenziale del paziente. Per accedervi, basta collegarsi alla rete aziendale da una qualsiasi postazione di lavoro con computer o attraverso i palmari in dotazione al personale.

"Si tratta di un sistema informativo essenziale per la gestione della pianificazione assistenziale, sia in ambito ospedaliero che territoriale – illustra la dott.ssa Silvia Mambelli, direttore del Servizio Infermieristico e Tecnico dell´Ausl di Forlì – senza contare che permette di uniformare le modalità di presa in carico e garantire maggiore integrazione professionale, migliorando la comunicazione medico-infermieristica. Dal punto di vista organizzativo, poi, favorisce l´assunzione di responsabilità da parte del personale infermieristico".

Dopo il periodo di formazione effettuato nel 2007 e la sperimentazione attuata nel 2008, nel 2009 la cartella infermieristica informatizzata è stata estesa ai pazienti ricoverati nelle unità operative di Medicina Interna di Forlì e Santa Sofia, Medicina di Forlimpopoli, Neurologia, Pneumologia interventistica, Endocrinochirurgia, Geriatria Acuti, Geriatria Post Acuti, Degenza Post Acuti, Pneumologia, Chirurgia Toracica, Malattie Infettive, Pediatria, nonché a quelli presi in carico dall´Assistenza Domiciliare Integrata.

"La costruzione, la condivisione e la diffusione della cartella infermieristica hanno rappresentato un´occasione di crescita culturale degli infermieri, di approfondimento degli aspetti caratterizzanti la propria professionalità, di riflessione sui propri ambiti di responsabilità, di confronto e di integrazione con altri professionisti – commenta la dott.ssa Mambelli – inoltre, tale processo ha portato a una maggiore efficienza organizzativa, migliorando la continuità assistenziale sia durante la degenza ospedaliera sia nel periodo di presa in carico da parte degli infermieri dell´Assistenza domiciliare. Nel 2010 il progetto sarà esteso all´intera area chirurgica".

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!