';

L’intelligenza artificiale per i dispostivi di monitoraggio cardiaco

Medtronic. Da oggi due nuovi algoritmi di Intelligenza Artificiale per i dispositivi di monitoraggio cardiaco. Impiantabili per il monitoraggio delle aritmie riducono l’84% di falsi positivi. Un risparmio per il personale sanitario di circa 319 ore per la revisione clinica dei tracciati in grado di alleggerire e ottimizzare il lavoro.

Milano, 26 maggio 2022 – Da oggi, in Italia, grazie a due nuovi algoritmi di intelligenza artificiale AccuRhythm™️ AI, Medtronic applicherà l’AI, tramite aggiornamenti basati su cloud, ai monitor cardiaci impiantabili LINQ II™️, i più piccoli disponibili, che hanno rivoluzionato il monitoraggio cardiaco, migliorando la diagnosi per alcune delle patologie più pericolose e difficili da riconoscere, quali la sincope e la fibrillazione atriale.

I due algoritmi, dedicati a rilevare le due categorie di falsi allarmi più frequenti quali la fibrillazione atriale (FA), un ritmo irregolare o rapido nelle camere superiori del cuore, e l’asistolia, una lunga pausa tra i battiti cardiaci, sono in grado di ridurre dell’84% i falsi positivi. Con un risparmio per il personale sanitario di circa 319 ore per la revisione clinica dei tracciati. Dati rilevanti presentati alle sessioni scientifiche dell’American Heart Association del 2021 a novembre.

In particolare, i dati dello studio hanno evidenziato che l’algoritmo relativo alla Fibrillazione atriale (FA) ha ridotto i falsi positivi del monitor cardiaco impiantabile LINQ II del 74,1% preservando il 99,3% degli episodi FA veri. Mentre l’algoritmo di pausa ha ridotto i falsi positivi di asistolia di LINQ II del 97,4% e ha preservato il 100% degli episodi di asistolia veri.

I due nuovi algoritmi, infatti, sono in grado di applicare l’intelligenza artificiale (AI) ai dati sugli eventi del ritmo cardiaco raccolti da LINQ II, migliorando l’accuratezza delle informazioni ricevute dai medici, in modo che possano diagnosticare e trattare meglio i ritmi cardiaci anormali.

“In un momento delicato come quello della pandemia, che ha messo a dura prova le strutture ospedaliere di tutto il mondo, – ha detto Federica Pasin, Sr business manager Cardiovascular Diagnostics and Services Medtronic Italia e Iberia – causando una carenza di risorse, non è mai stato così importante ridurre il carico di lavoro del personale sanitario. L’applicazione dell’Intelligenza artificiale ha permesso così di compiere un ulteriore passo avanti nella rilevazione delle aritmie cardiache, a conferma del costante impegno di Medtronic nell’innovazione tecnologica”.

“Il nostro tempo è prezioso, – spiega il dottor Fabio Quartieri, Dirigente Medico UO Cardiologia e UOS Aritmologia Interventistica Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia – soprattutto nell’attuale contesto ospedaliero che è sempre più esigente. Questa nuova tecnologia AccuRhythm AI non solo migliora l’esperienza di monitoraggio del paziente, ma anche il workflow, grazie alla gestione da remoto dandoci la possibilità di concentrarci sui dati indispensabili per capire e trattare le condizioni cardiache a più alta complessità”.

Il monitor cardiaco iniettabile con tecnologia wireless LINQ II è il dispositivo impiantabile per il monitoraggio cardiaco più accurato al mondo e l’architettura AccuRhythm AI basata su cloud fornisce le basi per l’implementazione in futuro di ulteriori algoritmi basati su AI.

Medtronic ha sviluppato la piattaforma AccuRhythm AI e gli algoritmi iniziali utilizzando il suo database proprietario, diversificato di oltre 1 milione di episodi di ritmo cardiaco elettrocardiografici. AccuRhythm AI viene applicato nel cloud automaticamente senza che sia richiesta alcuna azione da parte dei pazienti.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

close
error: Content is protected !!