Medicina e chirurgia

L’Asl AT cerca a Nizza e Canelli gli ipertesi che non sanno di esserlo

Quante persone sono ipertese e non lo sanno? A Canelli e Nizza Monferrato l´Asl AT, attraverso i medici attivi nei Gruppi di cure primarie, si accinge a intercettare il rischio cardiovascolare tra la popolazione. L´obiettivo è di sottoporre ai controlli non meno di 10.500 persone (dai 18 anni in su) in due anni, tanto quanto durerà la sperimentazione. Si punta, in particolare, a coinvolgere i giovani, frequentatori meno assidui degli studi medici e soggetti nei quali la prevenzione ha più efficacia.
A Nizza il Gruppo di cure primarie, che riunisce sedici medici e pediatri di famiglia, è attivo alla Casa della salute; a Canelli (5 camici bianchi) opera nella sede di via Roma 77 in attesa di trasferirsi nella seconda Casa della salute dell´Astigiano, la cui apertura è prevista in primavera.
"Abbiamo spesso spiegato negli incontri con i medici di famiglia e i cittadini dell´Astigiano – sottolinea Luigi Robino, direttore generale dell´Asl AT – che uno degli obiettivi delle Case della salute è promuovere programmi di prevenzione. Con l´avvio del progetto sul rischio cardiovascolare, scelto tra le opzioni indicate dalla Regione, passiamo dalla teoria alla pratica: un´ulteriore dimostrazione dell´utilità della Casa della salute che, dando impulso alla prevenzione attiva, opera concretamente per evitare che molte persone si ammalino. Mi auguro che programmi come questo registrino una buona adesione tra la popolazione, ma anche l´interesse degli amministratori locali dell´Astigiano, ai quali rinnoviamo la proposta a visitare la Casa della salute per rendersi conto di persona dei servizi offerti".
I controlli, gratuiti e assicurati nell´Ambulatorio Medico Orientato, sottoporranno gli utenti alla misurazione della pressione arteriosa, peso, altezza, circonferenza vita e a un approfondimento sugli stili di vita praticati (abitudine al fumo, alcol, attività fisica, ecc.) per individuare precocemente eventuali fattori favorenti le malattie cardiovascolari. In caso di anomalie nei parametri, gli utenti verranno sottoposti a ulteriori controlli. Saranno approfonditi anche i casi già noti.
Dedo Roggero Fossati, coordinatore del Gruppo di cure primarie a Nizza, punta il dito sull´utilità della prevenzione: "Individuare come iperteso un soggetto di 40 anni – spiega – significa molto spesso evitare che a 50 anni si ritrovi con problemi cardiovascolari seri. Il Gruppo di cure primarie non è solo un titolo: per la prima volta noi medici di base lavoriamo concretamente in gruppo, sperimentando un nuovo modo di fare sanità".
La campagna di prevenzione sui disturbi cardiovascolari sarà pubblicizzata dall´Asl AT con locandine affisse in studi medici, farmacie, scuole, centri di aggregazione, municipi, ecc.).
Gli interessati possono prenotare il controllo telefonando a Nizza allo 0141.782394 dal lunedì al venerdì (ore 8,45 – 16) e a Canelli allo 345.1246501 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!