Questo sito contribuisce
alla audience di
Top news

La cena per San Valentino; cosa preparare?

Cosa c’è di più romantico di una bella cena per San Valentino? Cosa portare in tavola? Qualche utile suggerimento culinario per la festa degli innamorati! Per il 14 febbraio è d’obbligo offrire o preparare una bella cena alla propria dolce metà: quale modo migliore per celebrare degnamente una storia d’amore?!
Cosa portare in tavola per l’evento?

Secondo un sondaggio effettuato sulla base delle risposte di 110 chef promosso da Polli Cooking Lab, l’osservatorio sulle tendenze alimentari dell’omonima azienda toscana, per San Valentino bisognerebbe portare in tavola i piatti della tradizione italiana, per dare alla coppia l’idea di familiarità e stabilità.
Secondo gli chef interpellati l’ideale è metter in tavola una cena semplice, leggera e tradizionale per questo consigliano di puntare su carciofiverzafragole, legumipesce e spezie.

Siccome il momento economico è quello che è se andare al ristorante risulta troppo costoso perché non provare ad allestire una bella cena casalinga tenendo conto delle dritte degli chef?
Si potrebbero portare in tavola linguine con vongole, pomodorini, peperoncino piccante e finocchietto selvatico, per secondo si può optare per dei filetti di merluzzo con pomodorini, ceci e carciofi (per questo piatto si possono utilizzare anche carciofi surgelati e ceci in barattolo).

Come frutta cosa c’è di meglio di fragole con panna?
E per finire… attenzione al dessert!

Di recente uno studio revisionale ha sottolineato tutti i benefici delpistacchio che può vantare un elevato contenuto di antiossidanti, così importanti per contrastare le placche aterosclerotiche.
I pistacchi, infatti, possono vantare diverse azioni sul sistema cardiovascolare e sembra che un consumo adeguato di pistacchi possa essere utile in caso di disfunzione erettile, poiché il loro consumo può favorire un corretto afflusso sanguigno a livello dei corpi cavernosi del pene, un fenomeno fondamentale per una buona erezione.

A fine cena, dunque, perché non servire dei biscottini a forma di cuore al pistacchio?
Bastano 100 g di farina, 100 g di pistacchi tritati, 100 g di burro, 100 g di zucchero e mezza bustina di lievito per dolci!

di Angela Nanni

Sanihelp.it 

Pubblicato il: 13-02-2013

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

error: Content is protected !!
/* ]]> */