in

La Asl di Olbia potenzia l’attività di endoscopia e gastroscopia

Fine ai lunghi tempi d’attesa e ai trasferimenti in altri territori

img“Nonostante l’assenza della specialità all’interno delle nostre strutture, abbiamo cercato di ridurre i disagi della popolazione attivando, all’interno del reparto di Medicina, un ambulatorio dedicato all’attività endoscopica e gastroenterologica”, fa sapere il manager della Asl di Olbia, Giovanni Antonio Fadda, con il direttore amministrativo, Gianfranco Casu, e il direttore sanitario, Maria Serena Fenu.

In questi giorni l’Azienda sanitaria ha adottato un provvedimento che consente di porre fine ai lunghi tempi d’attesa e ai trasferimenti in altri territori: da questa settimana, all’attività endoscopica garantita dal reparto di Chirurgia, si affiancherà anche quella dell’ambulatorio del reparto di Medicina.

“Garantiremo, con personale specializzato e dedicato all’attività, per cinque giorni la settimana, visite ambulatoriali di gastroenterologia, esami endoscopici, come la colonscopia, l’anoscopia e la rettosigmoidoscopia, e le visite per i piani terapeutici dei pazienti celiaci”, spiega Marino Achenza, direttore del reparto di Medicina dell’ospedale Giovanni Paolo II di Olbia.

Per accedere al servizio è sufficiente rivolgersi al Centro unico di prenotazione (Cup), contattando il numero 1533, oppure lo 0789 53659 – 53692, dal lunedì al venerdì, dalla 08:00 alle 18:00: per accedere al servizio bisogna essere muniti di prescrizione medica. Oppure è sufficiente rivolgersi in uno degli sportelli del Centro unico di prenotazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Dimagrire con il mentolo: nuova possibile strategia contro l’obesità

Radiologia in Sicilia: come abbattere le liste d’attesa?