Questo sito contribuisce
alla audience di

Probiotici

Probiotico, che letteralmente significa “per la vita”, è un termine usato per indicare gli effetti di promozione della Salute da parte di “batteri amici”. Sono a meno 400 le specie di microflora presenti nell’apparato gastrointestinale dell’uomo. I più importanti tra i batteri “amici” sono il Lactobacillus acidophilus e il Bifidobacterium bifidum. Gli alimenti fermentati con lattobacilli sono stati, e sono, di grande importanza nella dieta della maggior parte delle persone in tutto il mondo. Quasi tutte le culture usano una qualche forma di alimento fermentato nella dieta, per esempio yogurt, formaggio, miso e tempeh. La relazione simbiotica tra uomo e lactobacilli a una lunga storia di benefici nutrizionali e terapeutici molto importanti per l’uomo. All’inizio del secolo, il noto scienziato russo Elie Metchnikoff riteneva te lo yogurt fosse l’elisir della vita. Egli pensava che i batteri potrei intestino crasso produce essere tossine che favorivano le malattie e accorciano la vita ed era convinto che mangiando yogurt il lactobacilli prevale essere a livello del colon sconfiggendo i batteri putrefattivi per anni queste affermazioni furono ritenute del tutto prive di basi scientifiche. Tuttavia, più numerose sono le prove che dimostrano che i lactobacilli e gli alimenti fermentati svolgono un ruolo importante per la salute dell’uomo. Quando nasciamo, lattobacilli non sono presenti nell’apparato gastrointestinale. La colonizzazione da parte dell’altro bacilli Gram-positivi comincia dopo la nascita, quando si verifica un drastico aumento della loro concentrazione. All’inizio il B. bifidum viene introdotto nell’intestino sterile del lattante con il latte materno e ben presto si osservano grandi quantità di questo batterio nelle feci. In seguito, con il contatto con il mondo, altri batteri di specie utili, si localizzano e si riproducono nell’intestino. Sfortunatamente anche batteri potenzialmente tossici possono insediarsi nel colon. Nell’intestino dell’uomo vivono i seguenti lactobacilli.

L. acidophilus

L. bifidus

(Bifidobacterium bifidum)

L. brevis

L. casei

L. cellobiosius

L. fermenti

L. leichmannii

L. plantarum

L. salivarius

Fonti principali

Per essere utile, i prodotti contenenti L. acidophilus e B. bifidum devono fornire questi organismi in modo che possano sopravvivere a un ambiente ostile come quello dell’apparato gastrointestinale. Diversi fattori, come specie, ceppo, aderenza, mezzo di crescita e dieta, influiscono sulla possibilità di colonizzare con successo l’intestino. Un preparato commerciale di alta qualità porta una maggiore colonizzazione di quella che si ottiene mangiando semplicemente yogurt. Una delle ragioni chiave sta nel fatto che nello yogurt di solito sono presenti L. bulgaricus o Streptococcus thermophilus, che, anche se sono batteri amici e apportano alcuni benefici per la salute, in realtà sono “visitatori” transitori del tratto gastrointestinale che non colonizzano il colon. Un’adeguata produzione, una corretta confezione conservazione del prodotto sono necessarie per assicurare vitalità, giusta quantità di umidità e assenza di contaminanti. Lactobacilli sono facilmente danneggiati dai processi di congelamento-essiccamento (liofilizzazione), essiccamento con vapore o al comune congelamento. Eppure, a meno che il preparato non sia stabile, la refrigerazione è necessaria. Alcuni prodotti devono essere posti in frigorifero solo dopo che la confezione è stata aperta. Che vi sia un certo numero di eccellenti ditte che forniscono prodotti probiotici di alta qualità, è difficile valutare correttamente le dichiarazioni di superiorità da parte dei vari produttori: alcuni prodotti, inoltre, non contengono L. acidophilus attivi.

Usi principali

La flora intestinale gioca ruolo cruciale nella salute dell’ospite. È intimamente legata allo stato di nutrizione dell’ospite e influisce sulle funzioni del sistema immunitario, sul metabolismo del colesterolo, sulla carcinogenesi e sull’invecchiamento. Data l’importanza di L. acidophilus e B. bifidum per la salute dell’uomo, i supplementi probiotici possono essere usati per favorire uno stato generale di benessere. Esistono Tuttavia diversi usi specifici dei probiotici: promozione di un sano ambiente intestinale, terapia prostatantibiotica, infezioni vaginali da miceti, infezioni delle vie urinarie e prevenzione del cancro.

Dosaggi specifici

La dose di un certo supplemento probiotico presente in commercio dipende dal numero di microrganismi vivi. Per la maggior parte degli individui è sufficiente una dose quotidiana di 1-10 milioni di cellule di L. acidophilus o di B. bifidum vitali. Quantità superiori possono indurre lievi disturbi gastrointestinali, mentre tu inferiori possono essere in grado di colonizzare le vie intestinali.

Avvertenze e precauzioni

I probiotici sono altamente sicuri e non provocano effetti collaterali.

Interazioni

Il L. acidophilus e il B. bifidum sono influenzati negativamente dall’alcol e dagli antibiotici. Anche se non vi sono prove certe che questi microrganismi interferiscono con l’attività della maggior parte degli antibiotici, il L. acidophilus influenza metabolismo della sulfasalazina, nel cloramfenicolo-palmitato e del ftalilsulfatiazolo.

error: Content is protected !!
/* ]]> */