Questo sito contribuisce
alla audience di

Estratti epatici

Il fegato è un organo assai complesso. È, senza ombra di dubbio, il più importante organo del metabolismo; la salute è la vitalità di un individuo Sono determinate larga misura dalla salute e dalla vitalità del suo fegato. Tre sono le principali funzioni epatiche: vascolare, secretoria e metabolica. Il fegato svolge un’importante funzione vascolare perché contiene la principale riserva di sangue filtra oltre un litro di sangue al minuto. Inoltre, rimuovere efficacemente dal sangue batteri, endotossine, complessi antigene-anticorpo e varie altre particelle. La funzione secretoria del fegato comprende la sintesi e la secrezione della bile. Questo organo produce ogni giorno circa un litro di bile, una sostanza necessaria per l’assorbimento di composti idrosolubili, tra i quali molte vitamine. Anche se la maggior parte della bile secreta nell’intestino viene riassorbita, e sarà presente L’importante via di eliminazione dell’organismo per molte sostanze tossiche. Canzone metabolica del fegato molto anche: quest’organo partecipa in modo complesso a metabolismo dei carboidrati, dei grassi e delle proteine, all’accumulo di vitamine e minerali, alla sintesi di numerosi fattori fisiologici, alla disintossicazione o all’espressione della birra e di vari composti chimici (ormoni come tiroxina, cortisolo, estrogeni e aldosterone; istamina; farmaci; pesticidi).

Effetti benefici

Il fegato è la più ricca fonte naturale di molte vitamine e di molti minerali, come il ferro, di importanza vitale per l’uomo. Il ferro svolge un ruolo centrale della molecola dell’emoglobina dei globuli rossi, che trasporta l’ossigeno dai polmoni ai tessuti e l’anidride carbonica da tessuti e polmoni. Esso è parte essenziale anche di diversi enzimi indispensabile per la produzione e il metabolismo dell’energia, compresa la sintesi del DNA.

Usi principali

La maggior parte degli studi clinici ha utilizzato estratti epatici idrolizzati, prodotti esponendo il materiale epatico agenzia Imi che idrolizzano i legami proteici (ovvero che aggiungono una molecola di acqua). Tale processo provoca la liquefazione della frazione epatica e Questo spiega perché gli estratti idrolizzati siano spesso definiti “estratti epatici liquidi”. Gli estratti epatici sono stati usati per migliorare la funzione epatica già nel 1896 e hanno trovato applicazioni nel trattamento di molte patologie croniche del fegato. Numerosi studi scientifici sull’ efficacia terapeutica degli estratti epatici dimostrano che si migliorano l’utilizzazione dei grassi promuovendo la rigenerazione dei tessuti e prevengono i danni al fegato. In breve, gli studi clinici dimostrano che la somministrazione di estratti epatici liquidi può essere utile ed efficace per migliorare la funzione epatica.

Dosaggi specifici

La dose dipende interamente dalla concentrazione, dal metodo di preparazione ed alla qualità delle strade epatico. Gli stati di qualità superiore sono quelli idrolizzati, dai quali sono state rimosse le componenti liposolubili e che, rispetto al fegato crudo, hanno un contenuto nutrizionale oltre 10 volte superiore, ovvero da 3 a 4 mg di ferro eme per grammo.

Avvertenze e precauzioni

Gli stati epatici non devono essere usati nei pazienti affetti da malattie da accumulo di ferro, come l’emocromatosi.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

error: Content is protected !!
/* ]]> */