Medicina e chirurgia

Incidenza dei Tumori a Taranto

Lo scorso mese di luglio sono stati presentati i dati preliminari di incidenza dei tumori nella Provincia di Taranto per l´anno 2006 da parte dell´ASL competente.
Alla conferenza stampa hanno partecipato l´Assessore regionale alla Sanità Fiore, l´assessore regionale all´ambiente Nicastro, il Sindaco di Taranto Stefano, il Direttore di ARPA Puglia Assennato, il Responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell´ASL di Taranto Conversano e il Responsabile della Unità di Epidemiologia e Statistica della ASL di Taranto Minerba.

Dagli interventi dei rappresentati delle Istituzioni emergono alcuni dati importanti:
Per l´assessore Fiore gli obiettivi da raggiungere sono: il completamento del Registro Tumori regionale, attualmente attivato a Lecce, Taranto e BAT; l´avvio di un sistema informativo unico per le anatomie patologiche regionali; la creazione del Fascicolo Sanitario Elettronico per tutti i pugliesi, che diventerà l´elemento su cui costruire i Registri di Patologie: Per fare questo è stato recentemente approvato dal Consiglio Regionale un provvedimento che supera le difficoltà nella raccolta dei dati sanitari, legata alla Legge sulla Privacy.
Per il prof. Assennato oggi si è raggiunta la piena affidabilità dei dati raccolti dal gruppo di lavoro del Registro Tumori della ASL di Taranto, in quanto è stata utilizzata una architettura di sistema con i software impiegati dalla rete dei Registri Tumori Italiani (AIRTUM) e questo in vista dell´accreditamento del Registro di Taranto presso l´AIRTUM; ciò non era avvenuto con il Registro Tumori Jonico-Salentino che aveva raccolto i dati di incidenza del triennio 1999 – 2001.
Inoltre, i dati raccolti verranno utilizzati per studi sub-comunali, basati sulla ripartizione dei casi incidenti nei vari quartieri comunali.
Il dott. Conversano, ha presentato gli studi di biomonitoraggio in corso o in fase di avvio nell´area di Taranto e cioè il biomonitoraggio dei metalli pesanti nelle urine di campioni di popolazione residente nei vari quartieri di Taranto e Statte e, per confronto, del Comune di Laterza (250 campioni); lo studio sulla presenza di diossine e metalli negli allevatori della Provincia di Taranto (45 campioni); il progetto LIFE Women Biopop sulla esposizione a inquinanti persistenti (diossine e PCB) in donne nullipare tra 20 e 40 anni (42 donne dell´area di Taranto e 40 donne per l´area di Laterza); lo studio nazionale multicentrico SepiAs: su 50 soggetti saranno dosati Arsenico e derivati e altri marcatori di danno precoce; infine i tre progetti di studio approvati dal Centro per la prevenzione e il Controllo delle Malattie del Ministero della Salute per la ricerca negli alimenti e nel latte materno di inquinanti ambientali; per la valutazione della esposizione a IPA e per la sorveglianza delle malattie cronico-degenerative nei residenti nell´area industriale di Taranto.
In ultimo il dott. Conversano ha esposto alcuni dati che evidenziano la forte presenza di obesità nella provincia di Taranto e la forte presenza di fumatori (circa il 50% della popolazione), entrambi fattori di rischio per l´insorgenza di tumori.

Nell´anno 2006 i nuovi casi di tumore in Provincia di Taranto sono stati in totale 2.802, più 501 tumori della cute (escluso il melanoma), che secondo la metodologia dei Registri Tumori hanno una trattazione a parte.
Di questi, il 55% ha interessato gli uomini (1.555 casi) e il 45% le donne (1.247 casi).
Sono stati calcolati il tasso grezzo (N° casi incidenti / N° abitanti x 100.000) e il tasso standardizzato per l´età degli abitanti, ottenendo i seguenti risultati:
– Uomini : tasso std 433,4
– Donne : tasso std 318,0

Il tasso standardizzato di incidenza per tutti i tumori e i singoli tassi std per i vari tipi di tumore sono stati confrontati con gli analoghi tassi del Registro Tumori della Provincia di Lecce (anni 2003-2004), con la media dei tassi std dei Registri Tumori del Sud Italia (anno 2005) e con la media dei tassi del pool dei Registri Tumori Italiani (anno 2005), sia per gli uomini che per le donne.

Nell´ambito della Provincia di Taranto sono stati poi esaminati i tassi std di incidenza nei vari Distretti Sanitari della ASL di Taranto, così composti:
– Ginosa (comuni di Ginosa, Castellaneta, Laterza, Palagianello);
– Massafra (comuni di Massafra, Mottola, Palagiano, Statte);
– Martina Franca (comuni di Martina, Crispiano);
– Grottaglie (comuni di Grottaglie, Carosino, Faggiano, Leporano, Monteiasi, Montemesola, – Monteparano, Pulsano, Roccaforzata, S.Giorgio Jonico, S.Marzano);
– Manduria (comuni di Manduria, Avetrana, Fragagnano, Lizzano, Maruggio, Sava, Torricella).

I tassi std della provincia di Taranto, sia per gli uomini che per le donne sono paragonabili a quelli della Provincia di Lecce, lievemente più alti di quelli del Sud Italia tuttavia più bassi di quelli del Pool dei Registri Italiani.
Nell´ambito dei Distretti, quello di Taranto presenta i tassi std più alti sia per gli uomini che per le donne, seguiti da Martina per gli uomini e da Manduria per le donne.

Il tumore del polmone non è più il tumore più frequente negli uomini, ma segue quello della prostata.
Il tasso std della Provincia di Taranto per gli uomini è nettamente inferiore a quello della Provincia di Lecce e inferiore a quello del Pool dei Registri Tumori italiani; il tasso std per le donne è lievemente inferiore rispetto a quello di Lecce e sempre ampiamente inferiore al Pool dei Registri Tumori.
Nell´ambito dei distretti, quello di Manduria presenta il tasso std più alto per gli uomini e Taranto il tasso std più alto per le donne, seguiti da Taranto per gli uomini e da Martina Franca per le donne.
Permane la forte differenza nella incidenza fra uomini e donne.

I tassi std della Provincia di Taranto e del distretto sanitario di Taranto sono superiori nettamente agli altri, sia per gli uomini che per le donne.

I tassi std della Provincia di Taranto sia per gli uomini che per le donne sono superiori a quelli della Provincia di Lecce e a quelli del Pool dei Registri Tumori.
Nell´ambito dei distretti sanitari, i tassi std più elevati si rilevano a Grottaglie per le donne e a Martina Franca per gli uomini.

I tassi std della Provincia di Taranto sono paragonabili a quelli della Provincia di Lecce, sia per gli uomini che per le donne e comunque sono ampiamente inferiori a quelli del Pool dei Registri Tumori.
Nell´ambito dei distretti sanitari i tassi std più alti sono stati registrati a Massafra per gli uomini e a Taranto per le donne, seguiti da Grottaglie e Ginosa.

I tassi std della Provincia di Taranto sono più elevati rispetto a quelli della Provincia di Lecce e a quelli del Pool dei Registri Tumori sia per gli uomini che per le donne.
Nell´ambito dei distretti sanitari il tasso std più elevato è stato riscontrato per gli uomini a Martina Franca, seguito da Massafra, Manduria e Taranto; per le donne da Ginosa, seguita da Manduria e Martina Franca.

I tassi std della Provincia di Taranto sono paragonabili a quelli di Lecce e lievemente più alti rispetto a quelli del Pool dei Registri Tumori.
Nell´ambito dei distretti sanitari, il tasso std più alto per gli uomini è a Taranto, per le donne a Martina Franca.

Dal complesso dei dati preliminari emerge che per tutti i tumori c´è un allineamento dei tassi std di incidenza della Provincia di Taranto con quelli della Provincia di Lecce e, nell´ambito dei distretti sanitari, un maggior numero di casi a Taranto.
Non è stato presentato il confronto fra la città di Taranto e quella di Lecce, tuttavia i dati in mio possesso dimostrano che i tassi std di Taranto sono più alti sia per gli uomini che per le donne.

Per quanto riguarda i tumori che sono sospettati di essere in correlazione con l´inquinamento ambientale non si notano eccessi significativi nella Provincia di Taranto rispetto alla Provincia di Lecce e al Pool dei Registri Tumori per i seguenti tipi: tumore del polmone, linfomi e tumori della vescica; inoltre, nell´ambito dei distretti sanitari della ASL di Taranto, per questi tumori Taranto presenta tassi inferiori rispetto ad altre aree della Provincia.
Da registrare invece un eccesso di leucemie nei maschi in Provincia di Taranto, in distretti diversi dal capoluogo ed un eccesso di tumori della tiroide nelle donne in alcuni distretti della Provincia di Taranto.

Per altri tumori non correlabili all´inquinamento ambientale si nota un incremento laddove è aumentata la frequenza dello screening (prostata nell´uomo e mammella nella donna).

In conclusione, si evidenzia una situazione non allarmante, contrariamente a quanto dichiarato nel Registro Tumori Jonico-Salentino per il periodo 1999-2001, ma in linea con i dati della Provincia di Lecce e comunque un numero di casi incidenti generalmente inferiore a quello riscontrati nel Sud Italia e nel territorio nazionale.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!