Sanità

Il “buon” freddo che aiuta i neonati

Si è svolta questa mattina alle 12.00 presso il Reparto di Neonatologia dell´Arcispedale Santa Maria Nuova la donazione ufficiale, da parte della Onlus Progetto Pulcino, dell´apparecchiatura denominata Blanketrol III.
Erano presenti il Direttore Sanitario Iva Manghi il Direttore della Struttura Giancarlo Gargano e la Presidente della Onlus dottoressa Cristiana Magnani oltre ad alcuni componenti del direttivo della associazione.

L´apparecchiatura, il cui costo supera i 20.000 euro, verrà impiegata per la terapia denominata Cooling (raffreddamento) poiché è in grado di indurre un abbassamento della temperatura corporea che, tenuto costante per diverse ore, contrasta le conseguenze della c.d. asfissia perinatale. L´asfissia è un evento che può verificarsi prima, durante o dopo la nascita, prevalentemente nel nato a termine. Essa costituisce la principale causa di mortalità nei neonati ed è conseguente ad una ridotta ossigenazione dei tessuti che può coinvolgere diversi organi ed apparati oltre che determinare conseguenze neurologiche permanenti nei piccoli che sopravvivono se ad essere interessato è il sistema nervoso centrale.
È recente l´introduzione nella pratica clinica – a seguito di comprovate sperimentazioni – dell´approccio terapeutico basato sull´induzione ed il mantenimento di una temperatura corporea al di sotto dei valori normali (c.d. ipotermia relativa), tra i 33 e i 35 gradi centigradi, per circa 72 ore. Lo scopo del trattamento è la riduzione delle richieste metaboliche provenienti dal cervello stanti le condizioni di grave precarietà clinica ed il BLANKETROL III consente il controllo continuo della temperatura del neonato attraverso sofisticati sistemi di servocontrollo.
Gli specialisti spiegano che il danno cerebrale si realizza in due tempi: uno immediato, l´altro a decorrere dalla 6^ ora circa dall´evento ischemico o ipossico. La tempestività di intervento è il principale fattore di successo della terapia. Per tale motivo è indispensabile che i centri di Terapia Intensiva Neonatale siano dotati delle attrezzature più moderne per effettuare l´ipotermia e per i necessari monitoraggi dell´attività cerebrale.
Grande soddisfazione è stata espressa dalla Direzione aziendale e dal dal dott Gargano per l´arricchimento delle dotazioni tecnologiche del reparto con un´apparecchiatura così innovativa. Vivo l´entusiasmo da parte della Presidente di Progetto Pulcino per avere conseguito un obiettivo tanto importante. Ricordiamo che Cristiana Magnani è stata, fino al suo collocamento a riposo all´inizio del 2009, Direttore del Reparto di Neonatologia.
I fondi per l´acquisto della apparecchiatura Blanketrol III sono stati raccolti durante l´anno da parte di Progetto Pulcino con varie manifestazioni tra cui la Festa di Primavera, con i bambini ricoverati in Neonatologia nel corso degli anni, la festa della Macelleria Ferretti alla Polisportiva di Sesso, la Festa della Pizza organizzata dalla Pizzeria L´Angolo di Napoli, il Grande Torneo Natalizio di Pinnacolo organizzato nella Cantina di Albinea Canali con la partecipazione della Pasticceria Boni e con le donazioni di: Centro Conad, Centri Figurella, Società di Organizzazione Revisione Contabile AXIS s.r.l., Istituto Geometri "Pascal" di Reggio Emilia, Coldiretti-Produttori di latte crudo e di tanti altri soci generosi. Per il raggiungimento dell´obiettivo è stata determinante la donazione della Banca dell´Emilia Romagna di Modena, nella persona del presidente dr Guido Leoni.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!