Questo sito contribuisce
alla audience di

Herpes

L’herpes virus è un gruppo che comprende oltre 70 varietà di virus diversi. Le forme più comuni che colpiscono l’uomo sono l’herpes Simplex 1 e 2. Entrambi i virus provocano la comparsa di vescicole pruriginose piene di liquido o eruzioni sulla cute oppure sulle mucose, spesso compaiono dopo l’esposizione al sole. I primi sintomi dell’herpes Simplex comprendono prurito e bruciore localizzato alla commessura delle labbra e del naso, dove nell’arco di un paio d’ore compaiono vescicole o piccole pustole arrossate che perdurano per qualche giorno. Di norma l’eruzione cutanea si asciuga e forma una crosticina entro 8-12 giorni dalla comparsa. I sintomi cutanei possono essere associati a dolore localizzato, febbre moderata e ingrossamento dei linfonodi del collo. Il virus dell’herpes Simplex di tipo 2 è responsabile dell’insorgenza di vescicole sui genitali che si trasmette di norma attraverso il contatto sessuale. I sintomi iniziali sono bruciore e prurito nella zona genitale, in seguito compaiono vescicole sulle mucose e sui tessuti che circondano gli organi genitali.

L’herpes genitale può essere trasmesso dalla madre al bambino durante il parto, dove quest’ultimo può riportare lesioni da contatto e problemi a carico del sistema nervoso centrale come epilessia e ritardo mentale. Le donne in gravidanza possono sottoporsi a un test per accertare l’eventuale presenza del virus herpes simplex, e il ricorso al taglio cesareo previene il rischio di trasmissione al neonato. Entrambe le varietà del virus dell’herpes Simplex sono molto comuni. Una volta penetrato nel corpo, il virus rimane latente nel sistema nervoso per diversi anni. Le manifestazioni acute avvengono di norma quando il sistema immunitario si trova ad affrontare una situazione di stress fisico ed emotivo come una malattia infettiva, in seguito all’eccessiva esposizione al sole o a causa di carenze alimentari e allergie a determinati cibi o farmaci. Il trattamento convenzionale dell’herpes prevede sostanzialmente di lasciare che la malattia segua il suo corso, applicando farmaci antivirali per uso topico o blandi antidolorifici.

Lo scopo delle terapie di origine naturale è quello di rafforzare il sistema immunitario in modo da ridurre le possibilità che si verifichi un episodio acuto di herpes. Secondo le stime, il 90% della popolazione è venuta a contatto con uno o entrambi i virus dell’herpes, da qui l’importanza attribuita alla resistenza del sistema immunitario, in modo che possa contenere e contrastare l’effetto del virus. Nel caso dell’ herpes genitale, la migliore prevenzione è evitare rapporti sessuali occasionali.

Quali sono i sintomi dell’herpes?

  • Bruciore, prurito, arrossamento della cute, comparsa di una o più vescicole piene di liquido

Quali sono le cause dell’herpes?

  • Contagio per via sessuale
  • Immunosoppressione
  • Carenze nutrizionali

Come curare l’herpes:  il trattamento

La dieta

Alimenti consigliati: È bene consumare alimenti ricchi di L-lisina, un aminoacido in grado di inibire la replicazione del virus dell’herpes. Questa sostanza si trova in legumi, pesce, tacchino, pollame e gran parte delle verdure. Peperoni, cavoletti di Bruxelles, broccoli, patate e altre varietà di frutta e verdura di spiccata colorazione sono un’ottima fonte di vitamina C e bioflavonoidi, che favoriscono la guarigione della cute. Salmone, noci e semi quali quelli di lino forniscono all’organismo gli acidi grassi essenziali necessari per riparare i tessuti danneggiati.

Alimenti da evitare: Astenersi dal consumare cibi ad alto contenuto di L-arginina, un aminoacido che può stimolare la replicazione del virus dell’herpes presente nelle arachidi, nelle mandorle e in altre varità di noci, oltre che nel grano integrale e nel cioccolato. Ridurre o eliminare gli zuccheri, in quanto interferiscono con la riparazione dei tessuti danneggiati e deprimono il sistema immunitario. Evitare alimenti acidi quali pompelmi, pomodori, arance e altri agrumi durante gli episodi acuti di herpes, poiché possono aggravare la condizione.

Tecniche di indagine

I seguenti esami possono contribuire a stabilire le cause dell’insorgenza recidivante di herpes:

  • Squilibri e patologie a carico del sistema immunitario – esame del sangue
  • Test ormonale (ormoni tiroidei, deidroepiandrosterone, cortisolo, testosterone, fattore di crescita insulino-simile di tipo 1, estrogeni, progesterone) – esame della saliva, del sangue o delle urine
  • Permeabilità intestinale – esame delle urine
  • Test di funzionalità epatica – esame delle urine
  • Analisi delle vitamine e dei minerali (in particolare ferro) – esame del sangue
  • Funzionalità dell’apparato digerente e riscontro di eventuali microbi, parassiti e agenti micotici (Candida) – esame delle feci
  • Intolleranze/allergie alimentari e ambientali – esame del sangue, test elettrodermico
  • Squilibrio degli aminoacidi – esame del sangue o delle urine

Rimedi naturali contro l’Herpes

7 PRESCRIZIONI FONDAMENTALI – HERPES

  1. L-lisina: Assumere 1000 mg tre volte al giorno lontano dai pasti. Come trattamento preventivo, assumere 500 mg da due a tre volte al giorno nell’intervallo tra i pasti. Questo integratore è utile nella cura degli episodi acuti di herpes e come prevenzione contro le recidive.
  2. Estratto di melissa (Melissa officinalis): Applicare l’estratto sotto forma di crema per uso topico 4 volte al giorno. Può essere utilizzato anche per l’herpes labiale.
  3. Nosode omeopatico dell’herpes: Assumere una diluizione 30C tre volte al giorno per tre giorni. Questo rimedio stimola la risposta immunitaria contro il virus dell’herpes. Può essere impiegato sia in caso di herpes labiale che genitale.
  4. Radice di lomatium (Lomatium dissectum): Assumere 1 ml o 500 mg quattro volte al giorno in caso di insorgenza acuta. Questa radice è dotata di proprietà antivirali e stimola il sistema immunitario.
  5. Propoli: Utilizzare la tintura di propoli per il trattamento topico quattro volte al giorno. La propoli è efficace nella cura dell’herpes genitale e labiale.
  6. Vitamina C: Assumere 1000 mg tre volte al giorno unitamente a 500 mg di bioflavonoidi. La vitamina C migliora la funzione immunitaria e abbrevia il decorso dell’infezione.
  7. Zinco: Assumere 30 mg due volte al giorno insieme a 3 mg di rame. Lo zinco contribuisce a mantenere in salute il sistema immunitario ed è efficace per ridurre la frequenza, la gravità e il decorso degli episodi acuti di herpes. L’uso topico del solfato di zinco contribuisce a ridurre l’insorgenza di recidive.

Rimedi omeopatici contro l’herpes

Omeopatia: In caso di infezione cronica, si consiglia un rimedio alla 6D, 12D, 6C, 12C o 30C due volte al giorno per due settimane. In caso di miglioramento interrompere l’assunzione del rimedio. In ogni caso si consiglia di consultare un omeopata.

Arsenicum album in caso di herpes associato a bruciore e lesioni che migliorano con l’applicazione di calore e l’ingestione di bevande calde. Il soggetto tende ad essere ansioso e irrequieto.

Hepar sulphur contro le vescicole dolorose localizzate nella zona orale. Le lesioni sono particolarmente sensibili e peggiorano con l’assunzione di bevande fredde e l’esposizione all’aria fredda.

Mercurius solubilis o vivus in caso di herpes accompagnato da sanguinamento delle gengive, lingua ricoperta da una spessa patina, salivazione copiosa e alitosi. Le lesioni provocano bruciore e peggiorano durante la notte.

Natrum muriaticum contro l’herpes provocato dall’ esposizione al sole, dalla febbre oppure da una situazione di stress emotivo. Le lesioni interessano le labbra e la commessura delle labbra. È spesso presente un desiderio di cibi salati. Questo rimedio è anche indicato in caso di herpes genitale cronico. Il soggetto tende ad essere depresso e ad evitare la luce del sole.

Rhus toxicodendron contro le vescicole gonfie che provocano dolore, prurito e insorgono molto rapidamente. L’individuo si sente irrequieto.

Sulphur contro le lesioni erpetiche arrossate e infiammate che danno prurito e bruciore. I sintomi migliorano con l’ingestione di bevande ghiacciate e in seguito all’applicazione di compresse fredde. Le persone che necessitano di tale rimedio lamentano molto caldo e un forte desiderio di bevande fredde.

Aromaterapia: Mescolare 1 goccia di olio essenziale di limone e 1 goccia di mirra a un olio di base e tamponare con un cotton fioc le lesioni erpetiche.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

error: Content is protected !!
/* ]]> */