Questo sito contribuisce
alla audience di

Glaucoma

Il glaucoma è un disturbo che rappresenta la seconda causa principale di cecità. Si tratta di una patologia grave per la quale è necessario ricorrere tempestivamente a cure mediche per scongiurare il rischio di danni permanenti alla vista. Nell’occhio sano, la produzione ed il deflusso di umore acqueo si equivalgono; qualora non venga drenato correttamente, l’umore acqueo si accumula e il conseguente aumento di pressione sul nervo ottico, sulla retina e sul cristallino può danneggiare e persino compromettere queste parti dell’occhio. Se si verifica un ostruzione dei canali di drenaggio, la condizione assume il nome di glaucoma ad angolo aperto.

La forma più comune è il glaucoma cronico ad angolo aperto che si manifesta generalmente in età avanzata. Con il progredire della malattia, possono manifestarsi un graduale restringimento della visione periferica, lieve cefalea e generici disturbi alla vista, aloni intorno a Fonti luminose e difficoltà ad adattarsi all’oscurità. Se i canali di drenaggio sono ostruiti dall’iride, il disturbo viene definito glaucoma ad angolo chiuso.

La pressione endobulbare aumenta rapidamente, provocando dolore acuto in zona orbitale accompagnato da cefalea e disturbi quale offuscamento della vista e percezione di aloni intorno a fonti luminose. Il glaucoma acuto è tuttavia una patologia rara e rappresenta soltanto il 10% del totale dei casi inerenti a questo disturbo. L’uso di determinati farmaci, la permanenza al buio per lunghi periodi e lo stress sono tutti fattori scatenanti che possono essere la base di un attacco di glaucoma acuto.

Dal momento che tale patologia interessa più frequentemente gli anziani, le persone sopra i 65 anni dovrebbero sottoporsi annualmente a una visita medica specifica per il glaucoma. Si ritiene che non esista un’unica causa responsabile di questa patologia, bensì una serie di fattori diversi. Oltre alla cura prescritta dal medico, per prevenire l’insorgenza del disturbo può essere utile ridurre la quantità complessiva di tossine presenti nell’organismo, consumare cibi che favoriscono la salute dell’occhio, compensare le carenze alimentari generalmente associate al glaucoma, ridurre lo stress, migliorare le funzioni digestive ed evitare l’assunzione di farmaci che incrementino la predisposizione al glaucoma.

Quali sono i sintomi del glaucoma ad angolo aperto?

  • Restringimento della visione periferica
  • Lieve cefalea
  • Disturbi generici della vista
  • Visione tubolare

Quali sono i sintomi del glaucoma ad angolo chiuso?

Di norma e glaucoma cronico e asintomatico finché non si verificano danni irreversibili. Il progresso di tale disturbo è segnalato dai seguenti sintomi:

  • Dolore acuto alla regione orbitale associato a disturbi della vista
  • Nausea e vomito
  • Edema palpebrale
  • Occhio arrossato e lacrimante
  • Perdita del visus

Quali sono le cause prime del glaucoma?

  • Accumulo di detriti e rallentamento metabolico dovuto all’età
  • Ipertensione
  • Uso di determinati farmaci, corticosteroidi, antidepressivi e medicinali per la pressione
  • Insorgenza di determinate patologie a carico dell’occhio (in particolare degenerazione maculare) e diabete
  • Carenze alimentari
  • Fattore ereditario

Tecniche di indagine

I seguenti esami possono contribuire a stabilire le cause dell’insorgenza di glaucoma:

  • Misurazione della pressione sanguigna
  • Test ormonale (tiroide) – esame della saliva, del sangue o delle urine
  • Permeabilità intestinale – esame delle urine
  • Test di funzionalità epatica – esame delle urine
  • Analisi delle vitamine e dei minerali (in particolare magnesio e vitamina C) – esame del sangue
  • Intolleranze/allergie alimentari e ambientali – esame del sangue, elettrodermico
  • Glicemia- esame del sangue

Come curare il glaucoma: il trattamento

Nei casi di di glaucoma, è necessario sottoporsi a cure mediche. Le terapie di origine naturale possono integrare il trattamento convenzionale ma non sostituire quello medico.

La dieta

Alimenti consigliati : Si raccomanda di seguire Un’alimentazione semplice, sa di cibi sani come cereali integrali, e verdura fresca. I carotenoidi sono sostanze essenziali per la salute dell’occhio: arance, verdura a foglia verde e ortaggi di colore giallo sono particolarmente ricchi di questa vitamina. Antocianidina e bioflavonoidi combattono i radicali liberi e sono utili per mantenere forte e flessibile collagene intorno agli occhi. Queste sostanze si trovano nei mirtilli e nelle ciliegie. Secondo alcuni studi, gli oli di pesce abbassano la pressione endoculare, pertanto si consiglia di consumare pesci grassi come salmone, sgombro e merluzzo, da due a tre volte la settimana. Il cromo e il magnesio esercitano effetti benefici contro il glaucoma. Il lievito di birra è un’ottima fonte di cromo, mentre il kelp, le verdure a foglia verde, le mele e il cartamo sono ricchi di magnesio.

Alimenti da evitare: La ritenzione di liquido all’interno dell’occhio può essere la reazione a un allergia alimentare per questo si consiglia di consultare la voce Allergie ed intolleranze alimentari. Qualora si noti che l’ingestione di determinati alimenti provoca arrossamento, irritazione, dolore o sensibilità agli occhi, è bene eliminarlo. È stato dimostrato che la caffeina riduce l’irrorazione sanguigna dell’occhio. L’intossicazione epatica può essere correlata a disturbi oculari, evitare  pertanto l’alcool.

Rimedi naturali contro il glaucoma

7 PRESCRIZIONI FONDAMENTALI – GLAUCOMA

  1. Magnesio: Il dosaggio giornaliero è di 250 mg. Il magnesio rilassa i vasi sanguigni e migliora l’afflusso di sangue all’occhio.
  2. Vitamina C: Assumere 1000 mg da 2 a 4 volte al giorno. Questa vitamina riduce la pressione intraoculare.
  3. Olio di pesce: Consiglia di assumere quotidianamente 600 mg di acido eicosapentaenoico

(EPA) e 400 mg di acido docosaesaenoico (DHA). La somministrazione di olio di pesce riduce la pressione intraoculare.

  1. Acido alfa-lipoico: Assumere 100 mg due volte al giorno. Questa sostanza antiossidante aiuta a migliorare il visus in alcuni pazienti affetti da glaucoma.
  2. Mirtillo (Vaccinium myrtillus): Assumere 160 mg due volte al giorno di estratto titolato al 25% di antocianosidi. Il mirtillo migliora la circolazione sanguigna e contiene flavonoidi che esercitano effetti benefici sulla struttura e la funzionalità dell’occhio.
  3. Ginkgo biloba: Assumere 60 mg tre volte al giorno di estratto titolato al 24% in glicosidi flavonici. Questa pianta migliora la circolazione e contiene flavonoidi che giovano alla struttura oculare e alla funzionalità complessiva dell’occhio.
  4. Cromo: Camere da 250 a 500 µg due volte al giorno. Questo minerale è importante per i diabetici perché controlla il livello di glucosio nel sangue e aiuta a prevenire il glaucoma.

Rimedi omeopatici contro il glaucoma

Omeopatia: Poichè il glaucoma cronico è una patologia congenita, è consigliabile consultare un un omeopata, che potrà suggerire un rimedio specifico adatto alle necessità e alle tendenze individuali.

Aromaterapia: Lo stress rappresenta uno dei fattori scatenanti del glaucoma acuto. Ci sono molti oli utili per combattere l’ansia è la tensione, ma bergamotto, gelsomino, lavanda, rosa, sandalo e ylang ylang sono particolarmente indicati e possono essere impiegati in qualsiasi tipo di preparazione.

Fiori di Bach: Versare 10 gocce sotto la lingua e attendere 30 secondi prima di deglutire. Il rimedio può essere assunto più volte all’occorrenza. In caso di attacco di glaucoma acuto si consiglia Rescue Remedy per affrontare il dolore senza perdere la calma. Tuttavia va ricordato che questo rimedio non può essere sostitutivo della terapia farmacologica; secondo la filosofia dei fiori di Bach, i disturbi oculari sono legati all’offuscamento della visione interiore e al rifiuto di guardare il mondo così com’è. Clematis è indicato per chi ha la tendenza ad assumere un atteggiamento sognante e vive sovente in un mondo di fantasia; Honeysuckle per chi tende ad evitare le preoccupazioni del presente e trascorrere gran parte del tempo a provare nostalgia per il passato; Asper è consigliato nel caso si manifestino timori vaghi, che non si riesce a definire né ad affrontare.

Aggiungi un commento

Clicca qui per aggiungere un commento

error: Content is protected !!
/* ]]> */