Questo sito contribuisce
alla audience di

Depressione

La depressione può essere causata da diversi fattori e manifestarsi con diversi sintomi. Colpisce a prescindere dall’età, dalla razza, dalla nazionalità ed è economicamente la malattia più costosa in assoluto, invalida il soggetto che ne è affetto e ne compromette la produttività. Il 10% della popolazione statunitense è affetta da casi di depressione grave.  ledonne hanno il doppio delle probabilità di ammalarsi.

Si parla di depressione quando il paziente presenta un insieme di sintomi psicologici e fisici che ne cambiano lo stile di vita, e non soltanto in caso di episodi di tristezza generalizzata. Oltre allo stato d’animo triste, possono comparire altri sintomi come l’affaticamento e l’apatia, l’incapacità di trarre gioia dalla pratica di attività un tempo virgola disturbi del sonno, l’aumento o la diminuzione dell’appetito e lo scarso desiderio sessuale. Chi è affetto da depressione si sente inadeguato e inutile, manifesta sensi di colpa, irritabilità o rabbia. Questa condizione può danneggiare il sistema immunitario e, nei casi più gravi, accompagnarsi ad altri disturbi di tipo cronico. La depressione può avere un esito mortale, infatti, un soggetto su otto commette suicidio durante un episodio acuto di depressione.

È normale sentirsi tristi in seguito ad un trauma, ma nel caso della depressione lo stato d’animo è eccessivamente abbattuto, persistente e sproporzionato rispetto alla causa che lo ha provocato. Si parla di depressione unipolare, caratterizzata da episodi depressivi ricorrenti, e di depressione bipolare, dovuta ad episodi alterni di umore depresso e euforia. La prima tipologia di depressione è quella più diffusa. Entrambe sono riconducibili a numerosi fattori, che variano dalla tensione costante e stress irrisolti a fattori genetici, squilibri chimici oppure ormonali, diacroniche, alimentazione scorretta, allergie e carenze alimentari, fino all’insufficienza di esposizione alla luce solare.

Se la depressione è legata a stress o a determinati eventi della vita personale molte delle terapie illustrate in seguito possono dare sollievo allo sconforto e far superare il motivo di tristezza. È comunque consigliato rivolgersi ad uno specialista. Se si sospetta di essere soggetti a depressione clinica, è bene consultare un medico per escludere la presenza di disturbi concomitanti (ad esempio problemi di tiroide) e rivolgersi a uno psicologo o a uno psichiatra per individuare la terapia adeguata. L’ideale è consultare specialisti che utilizzano terapie naturali. I consigli riportati possono essere di supporto alla terapia indicata dal medico e aiutare ad individuare le possibili cause o i fattori aggravanti del disturbo.

Quali sono i sintomi della depressione?

Chi soffre di questa patologia presenta i seguenti sintomi:

  • Incapacità di provare emozioni piacevoli
  • Affaticamento
  • Sbalzi d’umore, spesso associati a episodi di pianto ingiustificati
  • Apatia, sfiducia in se stessi, indolenza, perdita della speranza, irritabilità o sensi di colpa
  • Difficoltà a concentrarsi e a prendere decisioni
  • Ansia
  • Calo del desiderio sessuale
  • Ritiro dalla vita sociale
  • Pensieri ricorrenti di morte o suicidio

Quali sono le cause della depressione?

In genere il disturbo è dovuto ad una combinazione di più elementi:

  • Tensione e stress
  • Questioni emotive irrisolte
  • Malattie o disturbi cronici
  • Squilibri a carico dei neurotrasmettitori
  • Squilibri ormonali, specie dopo il parto o dovuti all’assunzione di contraccettivi orali o altri farmaci a base di ormoni sintetici. Spesso la depressione è associata alla sindrome premestruale e alla menopausa
  • Condizioni preesistenti come ipoglicemia, anemia, apnea notturna, ridotta attività surrenale, disfunzioni della tiroide
  • Abuso di alcol e droghe leggere
  • Dieta scarsamente equilibrata
  • Allergie alimentari
  • Carenze alimentari (in particolare di vitamina B12, acido folico, vitamina B6 e B1, tirosina e triptofano)
  • Insufficiente esposizione alla luce solare
  • Assunzione di farmaci quali corticosteroidi, antistaminici, medicinali per il controllo della pressione, antinfiammatori, narcotici e alcuni antidepressivi
  • Intossicazione da metalli pesanti
  • Candidosi
  • Turbe del sonno

Tecniche di indagine

I seguenti esami possono aiutare a stabilire le cause della depressione:

  • Proliferazione di agenti micotici – esame delle feci, del sangue e delle urine
  • Test per le intolleranze alimentari – esame del sangue o test elettrodermico
  • Test ormonale (ormoni tiroidei, deidroepiandrosterone, cortisolo, testosterone, fattore di crescita insulino-simile di tipo 1, estrogeni, progesterone) – esame della saliva, del sangue o delle urine
  • Test di funzionalità epatica – esame delle urine
  • Analisi delle vitamine e dei minerali (in particolare magnesio, vitamina B12, acido folico, vitamina B6 e B1) – esame del sangue
  • Anemia – esame del sangue (emocromo completo, sideremia e ferritina, percentuale di saturazione)
  • Intolleranze/ allergie alimentari e ambientali – esame del sangue, test elettrodermico
  • Glicemia – esame del sangue
  • Metalli tossici – esame del sangue o analisi del capello
  • Analisi degli aminoacidi – esame del sangue o delle urine

Come curare la depressione: il trattamento

La dieta

Alimenti consigliati: Spesso la depressione è dovuta ad un’alimentazione scorretta. In ogni caso, una dieta equilibrata aiuta il corretto funzionamento della chimica cerebrale. È bene consumare carboidrati complessi provenienti da cereali integrali, verdure e legumi, perché ricchi di serotonina, la cui carenza può causare depressione e insonnia. Le proteine contribuiscono ad innalzare i livelli di energia, per questo vanno consumati più volte nell’arco della giornata. Sono ricchi di proteine la soia, i fagioli, la carne bianca magra, le uova, la frutta secca (in particolare noci) e i semi. Anche il pesce andrebbe consumato con frequenza, meno 3 volte la settimana. Le varietà ittiche consigliate sono salmone, sgombro e merluzzo. Tenere sotto controllo il livello degli zuccheri dividendo i pasti principali in cinque o sei spuntini lungo l’arco della giornata. Assumere circa 15 g di semi di lino macinati al giorno poiché contengono fibra e acidi grassi essenziali. Possono essere aggiunti all’insalata o ai frullati. Per un buon apporto di acidi grassi essenziali condire l’insalata con circa 15 ml di olio di semi di lino o una miscela di oli diversi.

Alimenti da evitare: La depressione è spesso collegata ad allergie alimentari. Vedere la voce Allergie e intolleranze alimentari. Qualsiasi cibo può essere un allergene, il grano è quello più frequentemente legato alla depressione. Ridurre l’apporto di grassi idrogenati e saturi, perché aumentano l’affaticamento e l’indolenza. La caffeina e gli zuccheri raffinati nonostante diano una sensazione temporanea di benessere, a breve tempo portano l’organismo a superare il picco glicemico esaltando ulteriormente la sensazione di affaticamento e irritabilità. Inoltre, queste sostanze privano l’organismo di nutrienti essenziali. Si consiglia di eliminarli dalla dieta. Evitare il consumo di vino, birra e altre bevande alcoliche perché aumentano lo stato depressivo. In caso si senta la necessità impellente di bere alcolici, si consiglia di rivolgersi a un medico o a un terapeuta.

Disintossicazione: Se si consumano grassi saturi e zuccheri raffinati o alimenti responsabili di reazioni allergiche, i sintomi possono essere causati completamente o in parte da un accumulo di sostanze tossiche. È bene sottoporsi ad un programma disintossicante per depurare l’organismo. Nel caso di una sensazione di indolenza e apatia e di assenza comprovata di una malattia, è consigliabile un periodo di digiuno di 3 giorni durante i quali verranno assunti solo succhi di verdura.

Rimedi naturali contro la depressione

7 PRESCRIZIONI FONDAMENTALI – DEPRESSIONE

  1. S- adenosilmetionina (SAM): Assumere 200 mg in forma di capsule gastroresistenti due volte al giorno a stomaco vuoto. In caso di effetti positivi continuare con la cura. Se non ci sono progressi aumentare il dosaggio a 400 mg due o tre volte al giorno. Questa sostanza aumenta la concentrazione dei neurotrasmettitori che regolano l’umore. Assumere anche 50 mg di vitamine del complesso B come la vitamina B6, B12 e l’acido folico. Avvertenza: Chi soffre del disturbo di depressione bipolare dovrebbe assumere questi integratori solo sotto la supervisione di un medico.
  2. 5- idrossitriptofano (5-HTP): Iniziare con 50 mg tre volte al giorno a stomaco vuoto. Il dosaggio può essere aumentato fino a 100 mg tre volte al giorno. Questa sostanza è un precursore della serotonina. Assumere insieme a 50 mg di vitamine del complesso B come la vitamina B6, fondamentale per metabolizzare il 5- HTP.
  3. Iperico (Hipericum perforatum): Assumere 300 mg di preparato titolato allo 0,3% in ipericina tre volte al giorno, per un totale di 900 mg. Nei casi di depressione lieve è stata dimostrata l’efficacia di questa sostanza.
  4. Vitamine del complesso B: Assumere 50 mg di vitamine del complesso B una o due volte al giorno. Queste vitamine sono legate al metabolismo dei neurotrasmettitori. Per gli anziani con difficoltà di assimilazione possono essere assunti preparati in forma sublinguale.
  5. Olio di pesce: Assumere ogni giorno un dosaggio da 500 a 1000 mg di acido eicosapentaenoico (EPA) e decosaesanoico (DHA), cioè acidi grassi essenziali che migliorano la funzionalità dei neurotrasmettitori.
  6. Ginkgo biloba: Assumere da 60 a 120 MG due volte al giorno di prodotto titolato al 24% in glicosidi flavonici e al 6% in mattoni di terpene. Questa sostanza aiuta a migliorare l’irrorazione sanguigna del cervello e l’attività dei neurotrasmettitori.
  7. Complesso multivitaminico ad elevata efficacia: Fornisce un insieme di sostanze nutritive utili alla funzionalità del cervello.

Rimedi omeopatici per curare la depressione

Assumere una diluizione 6D, 12D, 6C o 30C due volte al giorno per due settimane. Interrompere l’assunzione in caso di miglioramento. È sempre bene consultare un omeopata.

Arsenicum album indicato per i soggetti con tendenza alla depressione che soffrono di ansia e insicurezza. Sono individui perfezionisti e con diverse fobie. È possibile che tra mezzanotte e le 2 del mattino si manifestino irrequietezza e insonnia.

Aurum metallicum è utile nei casi di depressione grave con pensieri suicidi. La persona si sente disperata. L’esposizione alla luce del sole reca miglioramento. Avvertenza: In caso di tendenze suicide è sempre fondamentale rivolgersi a un medico.

Ignazia amara allevia la depressione legata ad un dispiacere o a un trauma emotivo, associata a sbalzi di umore. Ideale per chi sospira spesso e prova una sensazione di nodo alla gola.

Kali phosphoricum è impiegato per combattere la depressione dovuta a superlavoro. È efficace anche contro l’affaticamento mentale.

Natrum muriaticum adatto per i soggetti depressi che non esternano le proprie emozioni. La condizione peggiora se qualcuno tenta di consolarli nonostante desiderino la vicinanza di altre persone. Si prova avversione per la luce solare e un forte desiderio di sale.

Pulsatilla (Pulsatilla pratensis) per chi è incline al pianto e desidera conforto e rassicurazione. Sono soggetti particolarmente sensibili, che cercano attenzione e che trovano sollievo nel pianto, nei dolci e nello stare all’aria aperta. La depressione peggiora nelle donne in coincidenza con il ciclo mestruale è la menopausa.

Staphysagria utile nel caso in cui la depressione dipende da emozioni represse come la rabbia. Queste persone presentano un carattere tranquillo e non si impongono sugli altri. Lamentano frequenti cefalee è insonnia.

Aromaterapia: Poiché sono molti i sintomi legati alla depressione, è bene individuare l’olio più adatto alla propria condizione. Il geranio, il gelsomino, il neroli, il bergamotto e la rosa sono efficaci contro l’affaticamento. Per un effetto calmante e rigenerante sono consigliati l’olio di lavanda e di melissa. L’olio di ylang ylang e patchouli hanno un effetto rilassante e stimolano il desiderio sessuale.

Fiori di Bach: Versare 10 gocce sotto la lingua e deglutire dopo 30 secondi. Utilizzare il rimedio ogni volta che si ritiene necessario. Rescue Remedy indicato nelle situazioni di crisi, sia emotive che fisiche, se ci si sente sopraffatti dalle emozioni; Scleranthus in caso di sbalzi di umore e indecisione; Gorse per ritrovare la fiducia in se stessi; in casi di estrema apatia e incapacità di provare interesse per qualsiasi cosa assumere Olive.

error: Content is protected !!
/* ]]> */