Questo sito contribuisce
alla audience di

Ascessi e foruncoli

L’ascesso è un accumulo di pus che si può creare in qualsiasi parte del corpo, sia sulla pelle che all’interno di organi e tessuti. Se l’ascesso si sviluppa intorno ad un follicolo pilifero viene chiamato foruncolo. I foruncoli appaiono spesso sulle natiche, ascelle, sul collo e in viso. Sono piccoli noduli compatti e doloranti che con il tempo si arrossano e si gonfiano. In genere i foruncoli non si propagano. Nel giro di due o quattro giorni, si forma una pustola al centro dell’area infetta che tende a rompersi e a svuotarsi del contenuto purulento di colore bianco o giallastro. L’ascesso viene chiamato favo quando la zona cutanea e arrossata, gonfia, calda e si forma un bozzo.

Gli ascessi si manifestano in qualunque persona e a qualsiasi età. In genere la causa è la indebolimento delle difese immunitarie, un trauma, un drenaggio dei tessuti non adeguato, infezioni batteriche, malnutrizione e altri fattori. A volte gli ascessi si sviluppano dove la stoffa di abiti aderenti sfrega contro la pelle, attorno a piccole ferite da puntura o tagli. L’area infetta diventa dolorante, arrossata e gonfia e può anche sopraggiungere la febbre.

Un trattamento ritardato può portare alla diffusione dell’infezione. Coloro che hanno un sistema immunitario compromesso, come chi è affetto da HIV/AIDS o diabete, è più incline a contrarre queste infezioni. In casi gravi è necessario ricorrere ad antibiotici. Addirittura è possibile che il medico debba intervenire incidendo l’ascesso e drenando la cavità. Per qualsiasi ascesso in viso che presenti striature rosse o un contenuto liquido è bene sottoporsi a controllo medico. Per lo stesso motivo si deve consultare un dentista per qualsiasi tipo di ascesso orale. Una guarigione più veloce si può avere con affiancando antibiotici a terapie naturali.

Quali sono i sintomi di ascessi e foruncoli?

Ognuno di questi sintomi può apparire in viso, sul petto o sulla schiena.

  • Macchie rosse, rigonfiamenti o pustole bianche o giallastre, spesso infiammate e dolorose
  • Efiagione, arrossamento e bruciore della zona circostante una lesione
  • Febbre

Quali sono le cause di ascessi e foruncoli?

  • Dieta scarsamente equilibrata e allergie o intolleranze alimentari
  • Indebolimento delle difese immunitarie
  • Trauma
  • Drenaggio insufficiente dei tessuti
  • Infezione batterica, malnutrizione
  • Sfregamento di abiti contro la pelle
  • Ferite da puntura o tagli

Tecniche di indagine

I seguenti esami possono aiutare a stabilire le cause della formazione cronica di ascessi e foruncoli:

  • Patologia o squilibrio del sistema immunitario – esame del sangue
  • Permeabilità intestinale – esame delle urine
  • Test di funzionalità epatica – e delle urine
  • Analisi delle vitamine e dei minerali (particolare le vitamine C ed E) – esame del sangue e delle urine
  • Funzionalità dell’apparato digerente e riscontro di eventuali microbi, parassiti e agenti micotici (Candida) – esame delle feci
  • Anemia – esame del sangue (emocromo, sideremia, ferritina, percentuale di saturazione)
  • Intolleranze/ allergie alimentari e ambientali – esame del sangue e test elettrodermico
  • Glicemia – esame del sangue

Come curare gli ascessi e foruncoli:  il trattamento

La dieta

Alimenti consigliati: Frutta e gli ortaggi di colore verde scuro o arancione sono particolarmente benefici perché contengono betacarotene, una sostanza che aiuta a conservare la salute della pelle e favorisce la riparazione del tessuto. Meglio consumarli crudi o poco cotti per conservarne tutti i principi attivi. 60 g di semi di lino macinati forniscono acidi grassi essenziali ed un’elevata quantità di fibra per migliorare l’evacuazione intestinale. Questa quantità di semi di lino va assunta insieme a 250 cl di acqua. Buone fonti di vitamina E e di acidi grassi essenziali che fanno bene alla pelle sono la frutta secca e semi, come mandorle, noci e semi di zucca. Il pesce fresco come salmone, sgombro, aringhe e sardine insieme a fagioli, piselli, lenticchie e uova sono fonti di proteine. Il pesce è ricco di acidi grassi di tipo Omega 3. La carne animale deve provenire da allevamenti che non usano antibiotici e ormoni. Si consiglia sempre di bere un bicchiere di acqua pura ogni due ore per smaltire le tossine. Se si assumono antibiotici, mangiare giornalmente yogurt non zuccherato per consentire il ripristino della flora batterica distrutta dagli antibiotici.

Alimenti da evitare: Bandire dalla propria dieta patatine e salatini, bibite gassate, zucchero e dolciumi perché compromettono l’attività del sistema immunitario. Sono spesso causa del disturbo le intolleranze o le allergie alimentari, come quella al latte vaccino. Per ulteriori informazioni vedere la voce Allergie e intolleranze alimentari. Evitare i grassi saturi e idrogenati perché aggravano l’infiammazione cutanea. Tenersi lontani da cibi fritti e grassi come margarina, lardo e grassi vegetali per pasticceria (addensanti). Il caffè ed altri prodotti che contengono caffeina sono dannosi per la pelle. Evitare l’assunzione e sostituirli con tisane. Per le persone che hanno una sensibilità ai carboidrati è possibile che trovino giovamento dalla riduzione dell’apporto di carboidrati ed all’aumento di quello di proteine. Elevati livelli di insulina, infatti, tendono ad aggravare l’infiammazione cutanea.

Disintossicazione: La disintossicazione aiuta a depurare l’organismo dalle sostanze tossiche che causano le infiammazioni. Si consiglia un periodo di digiuno di 3 giorni durante il quale verranno assunti solo succhi di frutta e verdura. I succhi consigliati sono quello di carota, di mela e di barbabietola (inclusa la foglia), e di bevande a base di alimenti verdi (spirulina, erbe di grano, orzo), perchè molto efficaci nella depurazione della pelle.

Rimedi naturali contro gli ascessi e i foruncoli

7 PRESCRIZIONI FONDAMENTALI – ASCESSI E FORUNCOLI

  1. Olio di melaleuca (melaleuca alternifolia): Applicare la crema sulla zona interessata, in alternativa usare 10 gocce di olio da diluire in 15 ml d’acqua tre volte al giorno. Questo olio esercita un effetto antimicrobico e favorisce il drenaggio del pus.
  2. Argento Colloidale: Applicare 2 gocce quattro volte al giorno per ridurre l’infezione. L’argento colloidale ha elevate proprietà antimicrobiche. 
  3. Echinacea (Echinacea purpurea) e idraste ( Hydrastis canadensis): Assumere 500 mg o 2- ml di tintura quattro volte al giorno. Queste erbe irrobustiscono il sistema immunitario. 
  4. Olio di origano (Origanum vulgare): Assumere 500 mg di olio di origano In capsule 4 volte al giorno. In alternativa è possibile utilizzare la forma liquida secondo il dosaggio indicato sulla confezione. L’olio può essere applicato anche direttamente sulle lezioni. L’origano ha proprietà antibatteriche. Nota: non usare in stato di gravidanza. 
  5. Vitamina C con bioflavonoidi: Assumere 1000 mg 3 volte al giorno. La vitamina C sostiene la risposta immunitaria e i bioflavonoidi riducono l’infiammazione cutanea. 
  6. Radice di bardana (Arctium Lappa): Assumere 3 ml o 500 mg 3 volte al giorno. La radice viene utilizzata per depurare la pelle. 
  7. Zinco: Assumere 30 mg tre volte al giorno abbinato a 2 mg di rame. Lo zinco aiuta il sistema immunitario e promuove la riparazione della cute. 

Rimedi omeopatici per curare gli ascessi e i foruncoli

Assumere il rimedio alla 30CH quattro volte al giorno. In situazioni croniche è indicata una diluizione 6D, 12D, 6C, 12C o 30C due volte al giorno per due settimane. Interrompere l’assunzione se si notano miglioramenti. Si consiglia in ogni caso di consultare un omeopata.

Belladonna (Atropa belladonna) è impiegata negli stadi iniziali di un ascesso o di un foruncolo, dove si osserva arrossamento, bruciore, pulsazione e gonfiore della cute. Generalmente non si è ancora formato il pus. I sintomi peggiorano al tatto e verso mezzanotte. Si può manifestare anche febbre alta.

BELLADONNA 15CH GR CEM
List Price: EUR 7,59
Price: EUR 7,59
Price Disclaimer

Hepar sulphur è indicato per gli ascessi maturi. Se la lesione è molto sensibile e dolorosa al tatto, con fitte forti e acute. Il materiale purulento che si è formato può avere uno sgradevole odore. I sintomi peggiorano al contatto con l’aria fredda e migliorano con il caldo. Il rimedio aiuta a drenare il pus dall’ ascesso o dal foruncolo. 

Hepar Sulfur 30dh Gr
List Price: EUR 7,59
Price: EUR 7,59
Price Disclaimer

Lachesis viene utilizzato per i foruncoli di colore violaceo o bluastro. Le pustole possono essere sanguinanti e dolorose, accompagnate da bruciore. Si aggravano durante la notte, o con il calore e la pressione. 

Lachesis Mutus 5ch Gr
List Price: EUR 7,59
Price: EUR 7,59
Price Disclaimer

Mercurius solubilis o virus è maggiormente indicato in caso di suppurazione accompagnata a bruciore e dolore pungente. Il materiale purulento è maleodorante e la condizione è associata ad ingrossamento delle ghiandole. I sintomi peggiorano durante la notte e le applicazioni di calore possono aggravare il dolore. 

UN.MERCURIUS SOL.Tubo 10DH
List Price: EUR 7,59
Price: EUR 7,59
Price Disclaimer

Silica (Silicea) è il rimedio per eccellenza per gli accessi e di foruncoli che non drenano e di difficile remissione. Utilizzare in concomitanza o successivamente a hepar sulphur per favorire un drenaggio completo. Le applicazioni di impacchi caldi sulle lezioni recano sollievo. 

Aromaterapia: Il timo rosso favorisce il drenaggio del pus. Aggiungere una goccia ad una compressa calda e ripetere l’applicazione sulla ascesso cutaneo almeno due volte al giorno. 

Fiori di Bach: 10 gocce sotto la lingua e deglutire dopo 30 secondi. Può essere utilizzato più volte all’occorrenza. Crab Apple è ideale se il disturbo causa disagio circa il proprio aspetto fisico; Gorse risolva lo spirito se si comincia di disperare di trovare una cura per l’acne; Larch è utile per le persone che hanno scarsa fiducia in se stesse o che provano imbarazzo per la condizione della propria pelle. La luce solare inibisce la proliferazione di batteri, per questo si consiglia l’esposizione al sole per almeno 15 minuti ogni giorno. 

Ulteriori raccomandazioni : non schiacciare foruncoli e tenere sempre ben pulita l’area interessata.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

error: Content is protected !!
/* ]]> */