in

Fondazione De Piccolellis: riprende la formazione sulla Pet Therapy

Il 10 ottobre al via il corso propedeutico per operatori del settore. A Foggia il polo per il Sud

dog-terapyLa Pet Therapy è una co-terapia “dolce”, nata in America negli anni cinquanta e che ha preso sempre più piede anche nel nostro Paese. La ASP (Azienda di servizi alla persona) De Piccolellis di Foggia, presieduta da Antonio Tulino, sta portando avanti un importante progetto per la realizzazione di un polo di riferimento al Sud per questo settore. Siamo tornati ad approfondire l’argomento con Claudio Sebastiani, responsabile Pet Therapy ASP De Piccolellis.

Perché la Pet-Therapy a Foggia?

Da molto tempo siamo consapevoli dell’importanza della presenza degli animali nella nostra vita di umani, ed è ormai parere ampiamente condiviso, anche e soprattutto a livello internazionale, che occuparsi di loro stimoli la persona a scoprire la sensazione di bisogno ed a farsi carico di responsabilità. Il progetto della ASP, Azienda Pubblica di Servizi alla Persona, De Piccolellis, è quello di realizzare  a Foggia programmi e attività legati alla Pet Therapy, in completo accordo con quanto indicato dalle direttive ministeriali sull’argomento che, come vere proprie Linee Guida Nazionali del settore, sono già state recepite dalla apposita commissione in Conferenza Stato-Regioni”.

 Chi sono gli operatori del settore?

Con decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, del 18 giugno 2009, presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, è stato istituito il Centro di Referenza Nazionale per gli Interventi Assistiti con gli Animali, gli IAA cioè la moderna Pet Therapy. Nel CRN specifici comitati appositamente costituiti promuovono progetti scientifici per validare protocolli di intervento, modelli di lavoro con utenti e pazienti, aspetti etici che coinvolgono la sfera umana e veterinaria. Apposite segreterie scientifiche nazionali elaborano e verificano percorsi formativi per tutte le figure coinvolte e previste. Gli operatori del settore infatti, come indicato nelle Linee Guida Nazionali, sono figure specifiche e specializzate che vanno dal coadiutore dell’animale sociale, cane, cavallo e asino, al medico veterinario esperto in IAA, dal responsabile di progetto al referente di intervento. Tutte queste figure insieme costituiscono la prevista Equipe Multidisciplinare, diversificata in base agli ambiti di intervento, alle specifiche esigenze del paziente/utente e dell’animale ed alla complessità della loro relazione”.

Cosa prevede il progetto della ASP De Piccolellis?

“Il nostro progetto prevede la costituzione di un polo di riferimento meridionale per il settore degli IAA- Pet Therapy in Italia. All’inizio del 2013 è stato sottoscritto un accordo quadro con l’IZS delle Venezie, per avviare un percorso di collaborazione sia nel campo dei programmi che della formazione degli operatori del settore. Muovendoci così nel solco indicato dal Ministero della Salute, di concerto con l’Istituto Superiore di Sanità ed il Centro di Referenza Nazionale per gli IAA, intendiamo procedere in modo scientifico  e moderno, con idee e programmi da realizzare in tempi brevi, e soprattutto con la organizzazione di corsi di formazione specifici e qualificati. In questo importante percorso, ci affiancano due importantissime istituzioni regionali come il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Bari e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata, garanzia di serio impegno scientifico e costante impegno nella ricerca. Dopo la prima edizione organizzata nel mese di giugno, riprendiamo ad ottobre nell’ambito della Formazione IAA Nazionale per il biennio 2013/2014. Infatti il Corso Propedeutico “Gli Interventi Assistiti con gli Animali: storia, definizioni e responsabilità”, accreditato ECM, si terrà nella sede della ASP de Piccolellis in via degli Aviatori n°25 a Foggia, nei giorni 10, 11 e 12 ottobre 2013”.

 A cosa serve il corso propedeutico? Quali sono i possibili sbocchi professionali?

“Il corso propedeutico è il primo passo per chi vuole intraprendere un serio percorso di formazione sugli Interventi Assistiti con gli Animali. Introduce alla comprensione della relazione uomo-animale, al concetto del lavoro in equipe, alla attuale situazione normativa ed alle realtà nazionali operanti sul territorio. Dopo il corso propedeutico è possibile proseguire con i corsi base ed avanzato per gli IAA, diversificati in base alla figura specifica di operatore del settore, per completare un percorso formativo che, in modo più completo ed esaustivo, è senz’altro illustrato nelle pagine del sito nazionale www.centroreferenzapet-therapy.it. Bisogna sottolineare che solo un serio e riconosciuto percorso di formazione può portare alla qualifica di professionista di IAA-Pet Therapy, oggi più di quanto non fosse in passato. L’obiettivo della De Piccolellis è quello di creare delle equipe multidisciplinare, con nostri operatori del settore, e questo anche nel campo degli animali coinvolti. Per i cavalli e gli asini questo sarà possibile grazie alla struttura che sorgerà a Borgo Mezzanone, un grande centro ippico polivalente dove ci saranno animali residenziali che saranno seguiti ed accompagnati nei vari progetti da personale formato e qualificato come specifico coadiutore. Per quanto riguarda i cani, in linea con le più moderne indicazioni scientifiche, pensiamo a individuare delle coppie cane-proprietario da avviare insieme ad un percorso formativo e di addestramento specifico. Solo avendo una organizzazione valida e qualificata, muovendosi nel pieno rispetto del benessere sia dell’essere umano che dell’animale partecipanti al singolo progetto, possiamo ottenere validi risultati e scientifiche ed oggettive valutazioni. In questo modo l’animale ed il suo coadiutore, in sinergia con medici e psicologi, con il continuo monitoraggio del medico veterinario, e con la rassicurante presenza del referente di intervento che accompagna il paziente, può veramente contribuire ad alleviare disagi, a motivare interessi, a facilitare percorsi, a sostenere in momenti difficili.

What do you think?

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Le 10 regole d’oro per la salute di denti e bocca

L’ansia serve a migliorare le risorse fisiche e mentali