Medicina e chirurgia

Eccezionale intervento al cuore a Padova

L’ eccezionale intervento al cuore con tecnica mininvasiva è stato effettuato a Padova su un paziente di anni 54  che ora  gode di buona salute.Il paziente era stato sottoposto in passato a by-pass aortocoronarico e successivamente a trapianto cardiaco. A tre anni dal trapianto, il paziente presentava uno pseudo-aneurisma dell’aorta ascendente e dell’arco aortico e una stenosi delle arterie iliache femorali con possibilità di  rottura dell’aneurisma (dilatazione dell’aorta) e pericolo di vita.Il prof. Gino Gerosa con una piccola incisione di soli 4 cm ha inserito due protesi endovascolari  di materiale artificiale  lunghe in totale 14 cm. attraverso l’apice del ventricolo sinistro (qui sta l’innovazione dell’intervento). Le protesi  inserite con tecnica endovascolare sono servite a escludere gli aneurismi  evitandone la rottura.L’intervento eseguito per la prima volta al mondo con questa tecnica innovativa,  effettuato in due tempi nell’arco di 48 ore, ha visto l’alternarsi di diversi specialisti multidisciplinari: l’equipe di cardiochirurgia del prof. Gino Gerosa, che ha ideato e realizzato l’intervento; l’equipe di chirurgia vascolare diretta dal prof. Franco Grego, il dr. Giuseppe Tarantini dell’equipe di emodinamisti afferenti alla Cardiologia del  prof. Sabino Illiceto.L’intervento, durato complessivamente 6 ore, comprendeva  una prima parte eseguita dai chirurghi vascolari, che hanno collegato i vasi epiaortici all’aorta toracica discendente con una protesi vascolare in toracotomia.Questo nuovo tipo di intervento ci ha dato la possibilità – dicono i chirurghi – di  ridurre in maniera importante i rischi di un intervento cardochirurgico classico, con un recupero veloce per il paziente.

 

 

error: Content is protected !!