Eventi

Domani al Bufalini il convegno “Trauma Update- il Trauma System

Venerdì 8 marzo focus su cause, conseguenze e prevenzione dei traumi. Esperti a confronto sulle strategie e gli interventi da promuovere per ridurne l’incidenza e le drammatiche conseguenze.“Trauma Update – Il Trauma System. Dalla prevenzione alla gestione degli esiti”. E’ il titolo del convegno in programma venerdì 8 marzo, a partire dalle ore 8, all’ospedale Bufalini di Cesena. Organizzato dal Dipartimento Emergenza dell’Azienda Usl di Cesena, Trauma Update è un circuito itinerante di eventi scientifici focalizzati sulla gestione del trauma grave, che vedrà confrontarsi i diversi attori coinvolti.

“Obiettivo del’incontro – spiega il dottor Luigi Targa, direttore del Dipartimento Emergenza dell’Ausl di Cesena e coordinatore scientifico del convegno – è sensibilizzare il personale sanitario a intraprendere un continuo e progressivo miglioramento delle conoscenze scientifiche e delle capacità professionali di gestione dei traumi, in un’ottica sia di interesse collettivo che di attenzione al singolo individuo”. Si parlerà degli incidenti stradali, delle loro principali cause e delle conseguenze, della prevenzione. Particolare attenzione sarà rivolta alle problematiche legate alla gestione del paziente nella fase successiva al trauma, nello specifico la riflessione si focalizzerà sulle manovre cosiddette salvavita, come la decompressione cranica, la stabilizzazione delle lesioni scheletriche e l’emorragia critica.

“La gestione dei traumi – continua il dottor Targa – non si esaurisce nella fase dell’emergenza, ci sono un prima e un poi altrettanto importanti in ottica di prevenzione di tali eventi e convivenza con le loro drammatiche conseguenze. Attraverso il confronto e l’integrazione dei diversi attori del sistema traumi, cercheremo di creare una nuova cultura in cui la cura è solo una parte del processo, mentre non meno rilevante è lo studio e la verifica di tutte le azioni intraprese nella prevenzione e il recupero funzionale dei danni provocati dal trauma”. Il trauma, infatti, comporta spesso lesioni che richiedono l’attivazione di percorsi o progetti riabilitativi specifici che consentano un recupero tale da garantire una adeguata qualità di vita. “Conoscere e studiare gli esiti dei traumi – conclude il dottor Targa – consente di razionalizzare le risorse, programmare o individuare modalità di intervento in funzione della diversa tipologia delle lesioni riportate a seguito di un trauma”.

Il convegno vede il patrocinio di: Regione Emilia Romagna, Azienda USL di Cesena, Associazione nazionale Infermieri di Area Critica (ANIARTI), Federazione nazionale Collegi Infermieri (IPASVI), Italian Resuscitation Council (IRC).

 

 

error: Content is protected !!