in

Dolore oncologico: la terapia è personalizzata

Incontro scientifico nell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara

imagesIl dolore è presente nel 30% dei casi al momento della diagnosi di neoplasia. Negli stadi più avanzati accompagna la malattia nel 90% dei pazienti e più spesso con intensità grave, divenendo il sintomo principale. Ed è proprio di dolore che si parlerà all’incontro scientifico “Trattamento multidisciplinare del dolore nel paziente oncologico” che si svolgerà domani 15 febbraio (dalle ore 8 alle 13.30) presso l’Aula Magna dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara. Il confronto multispecialistico e la “personalizzazione della terapia” sono gli ambiziosi obiettivi del convegno, nato dalla collaborazione tra l’Azienda S. Anna e l’Istituto di Scienze Algologiche ISAL.

La vecchia concezione di “dolore oncologico” è ormai superata, poiché diversi e molteplici sono i meccanismi che sottendono il sintomo in corso di malattia neoplastica. Per questo è necessaria l’integrazione di più figure professionali per un tempestivo riconoscimento, una corretta diagnosi ed una appropriata terapia del dolore. L’approccio multidisciplinare al paziente oncologico con dolore è pertanto essenziale, soprattutto per i casi più complessi in cui il risultato terapeutico atteso, pur seguendo le linee guida internazionalmente accettate, può risultare fallimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Ipercolesterolemia Familiare: anche i giovani a rischio infarto

Asma allergico: 400 specialisti a confronto