in

Dolore cronico: impiantato primo microstimolatore sotto pelle

L’intervento all’ospedale Santa Chiara di Pisa: E’ il primo in Italia

pobraneUn microstimolatore da applicare sotto pelle per il controllo del dolore cronico nei pazienti che non rispondono ad alcun farmaco e ad alcuna terapia. A Pisa, all’ospedale Santa Chiara, nell’Unità operativa di Terapia del dolore dell’Aoup diretta dal dottor Paolo Poli, è stato effettuato il primo impianto in Italia di un microstimolatore iniettabile frutto di una stretta collaborazione con i bioingegneri che hanno messo a punto l’innovativo sistema nei laboratori di ricerca della California.

Le applicazioni delle biotecnologie e nanotecnologie in campo sanitario – dichiara il dottor Giuliano De Carolis, che ha effettuato l’impianto – stanno producendo un grande impegno verso la miniaturizzazione dei dispositivi attualmente in uso per il controllo del dolore e il miglioramento delle loro performance. Il sistema di microstimolazione che abbiamo impiantato è costituito da un microfilo del diametro di circa 1 mm e della lunghezza di circa 10 cm che contiene al suo interno un microchip in grado di decodificare i comandi trasmessigli dall’esterno con sistema wireless e di commutarli in segnali elettrici da rinviare direttamente ai nervi e ai tessuti biologici. La particolarità dell’innovativo sistema – prosegue De Carolis –  è che i nuovi microstimolatori sono molto piccoli e sfruttando la tecnologia wireless possono essere impiantati senza la necessità di fili di connessione e batterie interne, come invece avviene con i tradizionali neuro stimolatori. I microstimolatori iniettabili, inoltre, vengono posizionati con anestesia locale tramite un apposito ago senza la necessità di procedure chirurgiche invasive. Questo ovviamente riduce drasticamente le possibili complicanze operatorie nonché i tempi di procedura e i relativi costi economici, offrendo anche la possibilità di impianto a quei pazienti che, per diversi fattori di rischio, non potrebbero essere sottoposti a una procedura chirurgica per il posizionamento di uno stimolatore di tipo tradizionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Pelle giovane più a lungo? Fate un’ora di sport al giorno

Alzheimer, con il “training” i pazienti migliorano dell’80%