Sanità

Disponibile la II edizione del "Diario di bordo" per le persone con esiti di ictus cerebrale

A distanza di due anni dall´uscita della II Edizione del "Diario di bordo" per i famigliari delle persone con grave lesione cerebrale acquisita, esce la I Edizione del "Diario di bordo" per le persone con esiti di ictus cerebrale e per i loro famigliari.

L´edizione è stata curata dal Professor Nino Basaglia, responsabile del Settore di Medicina Riabilitativa dell´Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, e da Maria Rita Magnarella, Fernando De Filippo, Antonella Bergonzoni, con la collaborazione di Conrad Binder, Nicola Folletti, Aminta Cavallo, Rita Mandrioli.

La pubblicazione, realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara, segue lo stesso stile e le stesse modalità espositive delle precedenti: linguaggio semplice e chiaro, molta attenzione a rendere comprensibili alle persone "non addette ai lavori" concetti e spiegazioni anche piuttosto complesse, molte figure ed illustrazioni, argomenti trattati nella forma "domanda e risposta".

Tutti gli argomenti rilevanti per il percorso riabilitativo di una persona colpita da ictus cerebrale sono presentati all´interno di specifiche "schede", raggruppate in capitoli che riguardano tutte le aree di intervento in cui si articola il progetto riabilitativo.

Alla base di questo come dell´altro "Diario di bordo" vi è la convinzione assoluta del ruolo essenziale di una corretta e continua informazione al paziente e ai suoi famigliari durante tutte le fase del processo riabilitativo, associata all´impegno verso un modo di fare riabilitazione che vede il paziente e la famiglia come primi componenti del team riabilitativo e che cerca di accompagnarli continuamente durante il percorso di cura fornendo loro gli strumenti e le conoscenze necessarie a divenire soggetti consapevoli e partecipi del progetto di recupero.

Il "Diario di bordo" è destinato in primo luogo ai pazienti e ai loro famigliari, ma può essere di utile consultazione anche per tutti coloro che per vari motivi vengono a contatto con i problemi della disabilità dovuta ad ictus cerebrale: amici, operatori sanitari e sociali, persone che svolgono attività di volontariato…

E´ possibile trovare il "Diario di bordo" in formato PDF scaricabile sul sito dell´Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara (www.ospfe.it); per informazioni e richieste scrivere a [email protected] .

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!