Questo sito contribuisce
alla audience di
Benessere e alimentazione Top news

Diabete e colesterolo: alcuni rimedi naturali

Entrambe le patologie sono pericolose per il sistema cardiovascolare, ma l’aiuto viene dalla natura: melograno e mela annurca fanno bene al cuore.

Diabete e colesterolo sono patologie che spesso si accompagnano l’una all’altra. In linea generale, entrambe sono causate da una scarsa attenzione riservata alle abitudini alimentari e da uno stile di vita fin troppo sedentario. Entrambe possono riservare preoccupanti conseguenze per il sistema cardiovascolare. Inoltre, il diabete può incidere negativamente sui livelli di colesterolo e viceversa, ovvero una bassa concentrazione di colesterolo HDL, il cosìddetto colesterolo buono, può contribuire all’innalzamento dei valori glicemici.

Per tutte e due le patologie esistono alcuni rimedi naturali che talvolta si rivelano efficaci come l’estratto di melograno per il diabete e l’estratto di mela annurca per il colesterolo. Scegliere delle soluzioni naturali comporta alcuni vantaggi, tra cui la possibilità di evitare effetti indesiderati. Ma non sempre risultano sufficienti a sconfiggere disturbi come diabete e colesterolo. Soprattutto nelle situazioni cliniche più gravi è necessario un intervento farmacologico quindi, ad ogni modo, s’invita il lettore ad un consulto medico prima di intraprendere qualsiasi percorso terapeutico.

 

Melograno e diabete

Il melograno fa bene alla salute. L’estratto di melograno è ricco di preziosi polifenoli come l’acido ellagico e la punicalagina. Inoltre, è composto dalla urolitina A, un metabolizzante in grado di inibire alcuni importanti enzimi, tra cui lipasi, α-glucosidasi e dipeptidil peptidasi-IV. Ma non finisce qui. L’estratto di questo prezioso frutto risulta essere anche un efficace espediente contro l’accumulo dei trigliceridi.

Com’è facile intuire, queste caratteristiche rendono il melograno una soluzione naturale efficace per contrastare il diabete, per migliorare il metabolismo e per agevolare la risoluzione di problematiche legate all’obesità. Inoltre, pare che contribuisca a migliorare la circolazione sanguigna e a prevenire le infiammazioni, oltre ad avere alcune virtù anticolesterolo.

 

Mela annurca e colesterolo

Non solo il melograno gode di qualità anticolesterolo. Ad essere ancora più efficace nel regolare i livelli di colesterolo è un altro frutto, la mela annurca, una variante di mela tipicamente campana contrassegnata dal marchio di Indicazione Geografica Protetta (IGP). Alcuni test in laboratorio condotti dal Dipartimento di Farmacia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II hanno evidenziato tutte le virtù di questo incredibile frutto: abbassa il colesterolo in eccesso, incentiva la produzione di colesterolo buono, presenta numerosi antiossidanti, irrobustisce i capelli.

Il merito è da attribuire ad una famiglia di polifenoli dalle importanti proprietà salutistiche e che sono particolarmente numerose nella mela annurca. Questa scoperta ha spianato la strada ad una serie di percorsi terapeutici naturali finalizzati a regolare i livelli di colesterolo e rinfoltire la chioma.

 

Quando assumere integratori naturali?

Che si tratti di diabete oppure colesterolo, l’efficacia degli integratori naturali è vincolata all’entità della patologia. In determinate situazioni cliniche, come accennato in precedenza, la terapia naturale potrebbe non essere sufficiente alla guarigione. Al contrario, quando si parla di lievi alterazioni è probabile che i rimedi naturali, previo parere medico, possano rappresentare un corretto percorso terapeutico. Indipendentemente dal trattamento, restano sempre valide le classiche raccomandazioni sull’alimentazione sana e l’esercizio fisico. In aggiunta, evitare di fumare, mantenere il peso forma e non eccedere con l’alcool sono ulteriori indicazioni da tenere presente.

 

Le insidie dei farmaci (H2)

Rispetto agli integratori e ai nutraceutici, il meccanismo d’azione dei farmaci è diverso. L’intervento della soluzione farmacologica è drastico, diretto ed inevitabilmente può contemplare una serie di effetti collaterali. Per esempio le statine, i principali farmaci anticolesterolo, intervengono direttamente sul colesterolo endogeno, ovvero la percentuale di colesterolo prodotta dall’organismo, e presentano alcune controindicazioni piuttosto ricorrenti come forti dolori muscolari, nausea e danni epatici. L’azione degli integratori, invece, è più graduale. Per quanto riguarda il colesterolo, gli integratori naturali intervengono sul colesterolo esogeno, la quota di colesterolo derivante dall’alimentazione.

Talvolta i farmaci sono necessari ed il rischio di incombere in effetti collaterali è un dazio da pagare. Intanto un suggerimento valido, a prescindere dal vostro stato di salute, è di includere melograni e mele annurche nella vostra lista della spesa: il vostro cuore ringrazierà.

Aggiungi un commento

Clicca qui per aggiungere un commento

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Gruppo Salatto
/* ]]> */