Benessere e alimentazione Top news

Cranberry contro la cistite e le malattie urinarie

I stintomi più comuni della cistite sono bruciore, dolore al basso ventre e frequente stimolo ad urinare. Il disturbo colpisce per lo più le donne, indipendentemente dal periodo dell’anno o dalla loro età.

Per ovviare a questi fastidi le soluzioni sono diverse: farmaci specifici, bere molta acqua, assumere cibi acidificanti delle urine, ma si può ricorre anche a soluzioni più naturali come l’assunzione di mirtillo rosso americano, noto anche come Cranberry.

Una bacca come rimedio per le malattie urinarie

Il Cranberry è un eccellente rimedio naturale contro la cistite ed è una bacca prodotta da un arbusto che ha origine in Nord America e cresce in terreni paludosi.

Il frutto è ricco di zuccheri, acidi, ma anche di polifenoli, tra cui si distinguono le Proantocianidine. Queste ultime sono delle sostanze che hanno la capacità di impedire ai batteri (Escherichia coli) di aderire alle mucose, in particolare quelle della vescica, evitando la loro crescita e diffusione.

Ma non tutte le Proantocianidine sono utili per combattere gli Escherichia coli. Sono infatti quelle di tipo A ed essere utili, e sono contenute proprio nel Cranberry. Le Proantocianidine di tipo B, invece, che sono presenti anche all’interno di altre specie vegetali, non risultano avere alcuna efficacia.

Per avere efficacia, il Cranberry deve essere trattato in modo da diventare un fitocomplesso, vale a dire un estratto che contenga le sostanze funzionali per l’organismo umano.

Gli altri usi del Cranberry

Oltre ad essere utile per il trattamento di cistiti ed infezioni urinarie, soprattutto in ambito preventivo, il Cranberry può essere assunto sotto forma di succo o di integratore alimentare per apportare benefici all’organismo.

Già i nativi americani utilizzavano la bacca per curare le infezioni urinarie, le ferite e lo scorbuto, una malattia derivante dalla carenza di vitamina C.

L’efficacia antibatterica del Cranberry, che va oltre l’ambito urinario, ed arriva ad essere utile anche per la salute di stomaco e bocca, è dovuto alla sua capacità di inibire l’adesione dei batteri patogeni alle mucose dell’organismo umano.

Il Cranberry risulta essere benefico anche per il sistema cardiocircolatorio. I flavonoidi riescono a ridurre la possibilità di soffrire di aterosclerosi, che causa infarti ed ictus. Con il mirtillo rosso americano si ha anche un beneficio a livello del colesterolo. Esso, infatti, riesce ad aumentare la quantità di colesterolo buono nel sangue.

Tra i diversi benefici, uno riguarda la digestione. Grazie alle fibre contenute all’interno di queste bacche, si hanno una digestione più semplificata ed una migliore motilità intestinale.

Il Cranberry è un ottimo alleato per il sistema immunitario. Protegge l’organismo da influenze e raffreddori grazie al contenuto di polifenoli che svolgono una funzione protettiva.

La vitamina C, di cui il Cranberry è ricco, è un potente antiossidante che contrasta gli effetti dei radicali liberi tanto da essere utilizzata anche in ambito cosmetico. Questa vitamina, appunto, oltre a rinforzare il sistema immunitario, risulta essere antiossidante, con tutti i benefici che ne conseguono.

error: Content is protected !!