in

Covid: ricerca, crolla di oltre il 21% fiducia cittadini nelle farmaceutiche

Roma, 3 mar. (Adnkronos Salute) – In Italia crolla del 21,45% la fiducia dei cittadini nei confronti delle aziende farmaceutiche. Il dato emerge, a poco più di un anno dalla diagnosi del primo paziente italiano con Covid-19, da una ricerca di Reputation rating, società di analisi della reputazione attraverso l’omonimo algoritmo, che fa il punto sulla reputazione del settore, confrontandola con i parametri pre-pandemia.

La ricerca arriva in un momento non facile per le aziende farmaceutiche mondiali, alle prese con la campagna globale di vaccinazione contro Covid-19, problemi di produzione e ritardi nella distribuzione delle dosi.

Il mese preso in considerazione, infatti, è febbraio di quest’anno e “sono emersi alcuni elementi che maggiormente hanno influenzato il risultato finale: la poca chiarezza nella comunicazione della reale efficacia del vaccino AstraZeneca; una generale diffidenza verso le prime proiezioni di dosi effettivamente somministrate in Italia; la non coerenza nella gestione dei piani vaccinali a livello Regionale, che sembrano ognuno seguire un modus operandi e delle priorità differenti”. In un modo che “definiremmo ‘effetto alone’, queste diatribe amministrative economiche e burocratiche sembra abbiano accentuato la percezione di orientamento al profitto da parte delle aziende farmaceutiche”, spiega Reputation rating. La percezione che ne è derivata, in pratica, è stata quella di una sorta di “corsa al dollaro”. (segue)

What do you think?

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

‘Prepararsi da mangiare ritrovando la palatabilità”Si deve lavorare sulla testa del paziente, la forza per cambiare dipende dall’equilibrio’

Sanità: 45mila sordi con difficoltà a parlare con medico, da Consulcesi corso per dottori