';

Covid: Ordine psicologi, ‘ansia per 6 su 10 in quarantena, disturbi in crescita’

Roma, 26 gen. (Adnkronos Salute) – Aumentano i disturbi psicologici in epoca pandemica, con livelli molto elevati per chi è in quarantena o ha il Covid. In generale, “a livello internazionale, i disturbi depressivi colpiscono il 31% della popolazione. Per le persone isolate e per i pazienti Covid questo dato arriva al 40%. Vuol dire quasi uno su due. Per i disturbi da ansia nella popolazione generale si arriva al 32% e al 60% per chi è in quarantena o malato. Lo stress, infine, raggiunge il 41% nella popolazione generale”. A fare il quadro è il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine degli psicologi (Cnop), David Lazzari, che a un convegno organizzato oggi a Roma dall’Ordine, per fare il punto sull’efficacia dei trattamenti psicologici, ha presentato una revisione dei dati più recenti pubblicati.

Per quanto riguarda i ragazzi, ha elencato Lazzari, “sotto i 18 anni i dati sulla depressione indicano il 20%, il 26% per l’ansia, il 40% per i disturbi del sonno. Mentre il sintomi post traumatici da stress arrivano quasi al 50%”.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

close
error: Content is protected !!