in

Covid: fonti, in Ue vaccino a bimbi da 6 a 11 anni ‘possibile entro Natale’

Milano, 21 mag. (Adnkronos Salute) – Vaccino anti-Covid sotto l’albero di Natale per i bambini dai 6 agli 11 anni. Secondo quanto apprende l’Adnkronos Salute da fonti vicine al dossier, “è possibile” che il via libera Ue alle inoculazioni in questa fascia d’età arrivi prima di fine 2021, entro il periodo delle Feste.

Il primo ‘scudo’ contro Covid-19 in lizza per la somministrazione ai bimbi europei è Comirnaty* di Pfizer/BioNTech. Oggi autorizzato in Ue dai 16 anni in su, il 28 maggio potrebbe essere approvato dall’Ema anche per i 12-15enni. Dopo l’ok dell’americana Fda, arrivato il 10 maggio scorso, quello dell’ente regolatorio europeo per venerdì prossimo è un traguardo ritenuto “possibile”. Nei mesi successivi, dunque, c’è attesa per un ‘disco verde’ delle agenzie del farmaco al vaccino nei bambini under 12.

Ieri il colosso Usa Pfizer ha ricordato di avere iniziato insieme al suo partner tedesco BioNTech “nel marzo 2021 le inoculazioni” di Comirnaty “ai primi bambini sani in uno studio globale di fase 1/2/3, per valutarne ulteriormente la sicurezza, la tollerabilità e l’immunogenicità nei bimbi dai 6 mesi agli 11 anni”. I risultati saranno disponibili “nella seconda metà del 2021”. E “se la sicurezza e l’immunogenicità” del prodotto “saranno confermate, in attesa di accordo e approvazione da parte delle agenzie regolatorie, speriamo di ricevere l’autorizzazione per la vaccinazione dei più piccoli entro l’inizio del 2022”, ha spiegato Pfizer.

Una scadenza ritenuta “possibile” anche per l’Europa, confermano le fonti, precisando però che “per i bambini sopra i 6 anni” i vaccini “potrebbero arrivare anche prima”. Entro Natale 2021? “E’ possibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Covid: Oms, ‘non sarà ultima pandemia, impossibile prevenirle tutte’

Landazabal (Gsk Italia), ‘terapia prodotta a Parma per tutto il mondo”Dati positivi anche contro varianti, compresa quella indiana’