';

Covid: Austria torna in lockdown, da febbraio vaccini obbligatori

Vienna, 22 nov. (Adnkronos Salute) – L’Austria torna oggi in lockdown, il quarto dall’inizio della pandemia, deciso per cercare di contenere la diffusione di Covid-19 dopo che il numero dei morti è triplicato nelle ultime settimane. Si tratta del primo Paese dell’Europa occidentale a ripristinare il lockdown. Le nuove misure resteranno in vigore almeno 10 giorni, ma potrebbero essere anche 20 se la situazione dei contagi non migliorare e se i reparti di terapia intensiva, ora al limite della capacità, non riusciranno a liberare letti.

Il governo austriaco ha inoltre deciso che renderà obbligatorie le vaccinazioni anti-Covid a partire dal primo febbraio. Solo circa il 66% degli 8,9 milioni di austriaci è completamente vaccinato, uno dei tassi più bassi dell’Europa occidentale.

In lockdown, le persone potranno uscire di casa solo per recarsi al lavoro, praticare sport all’aperto o per recarsi in negozi per acquistare beni essenziali. La maggior parte dei ristoranti e dei bar potranno fornire solo pranzi takeaway, mentre gli eventi culturali sono sospesi. Per quanto riguarda gli eventi sportivi, si terranno solo a porte chiuse. Restano invece aperte le scuole, con la facoltà dei genitori di decidere se mandare in classe o meno i loro figli.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

close
error: Content is protected !!