in

Covid: AstraZeneca, ‘in campione di 10 mln nessun dato aumento rischio trombosi’

Londra, 12 mar. (Adnkronos Salute) – “Un’analisi dei nostri dati relativi alla sicurezza (del vaccino, ndr), in più di 10 milioni di casi, non ha evidenziato prove di un aumento del rischio di embolismi polmonari o trombosi venose profonde in qualsiasi gruppo di età, genere, lotto o Paese in cui viene somministrato il vaccino AstraZeneca”. Lo ha dichiarato un portavoce dell’azienda dopo che ieri Danimarca, Norvegia e Islanda hanno sospeso l’uso del prodotto anti-Covid e altri Paesi, fra cui l’Italia, hanno bloccato la somministrazione di dosi di un lotto. “Il numero di questo tipo di eventi osservati è significativamente più basso in coloro che vengono vaccinati rispetto a quanto ci si aspetterebbe fra la popolazione generica”, ha aggiunto.

What do you think?

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Malattie rare: gastroenterologi, verso diagnosi più veloci e nuovi farmaci

Covid: Aifa, ‘+12% acquisto ansiolitici in 2020, boom in Umbria e Marche’