Questo sito contribuisce
alla audience di
Sanità

Corso preparto in acqua, perché sì

Le attività in acqua sono utili anche a chi ha programmato il parto tradizionale

imageQuante si sono chieste come sarebbe partorire in acqua? Per chi sta valutando questa possibilità, ma anche per chi vede nell’acqua un elemento amico, una fonte di relax e di benessere, l’idea di seguire un corso preparto in acqua potrebbe rivelarsi vincente. La preparazione al parto in acqua infatti consente un allenamento dolce ma efficace e permette di arrivare al parto nella forma fisica ideale.

Ma cosa si fa durante un corso preparto in acqua? È adatto a tutte le mamme? Quali sono gli esercizi che si fanno? Queste le domande che in tante si pongono.Generalmente i corsi sono tenuti in piscine con acqua riscaldata a una temperatura variabile tra i 29 e i 32 gradi in modo tale da rendere la vasca accogliente per le future mamme. Inoltre, nelle vasche l’acqua viene mantenuta ad una profondità di circa 75 centimetri o poco più, in modo da consentire l’esecuzione degli esercizi anche a chi non sapesse nuotare. Naturalmente, avere un buon rapporto con l’acqua è essenziale per frequentare il corso e a godersi al meglio questi momenti e a prepararsi al parto nella maniera migliore.

L’importanza e il valore di questi corsi sono tali da renderli piacevoli e indicati anche per coloro che hanno programmato un parto tradizionale, presso l’ospedale o la clinica, ma sono fortemente consigliati per chi ha scelto un parto in acqua, perché aiutano a familiarizzare ancora di più con l’ambiente acquatico.

Tenuti da un insegnante di nuoto o di acquagym e da un’ostetrica, i corsi prevedono alcuni esercizi mirati sia ad allenare i muscoli che vengono messi alla prova durante la gravidanza, che a dare tempo e modo di prendere coscienza del proprio corpo, in questo caso con esercizi di rilassamento e di respirazione. In acqua ogni movimento è compiuto con minor sforzo e minore lavoro, le articolazioni non vengono appesantite ma il beneficio per i muscoli rispetto al lavoro a terra è lo stesso, anche nei mesi di gravidanza. L’acqua infatti riduce decisamente il peso corporeo rispetto a quello a terra. Come se non bastasse, i movimenti in acqua con la compressione graduata che questa esercita sulle gambe, servono a combattere i gonfiori e ad attivare un effetto linfodrenante, beneficio sicuramente caro alle donne in gravidanza. Schiena e zona lombo-sacrale, solitamente messe alla prova con l’avanzare dei mesi e con l’avvicinarsi della data del parto, trovano sollievo, sempre grazie all’azione di alleggerimento del peso corporeo che l’acqua svolge.

Cerchi un corso preparto in acqua nella tua città? Trovalo su Ok Corso Preparto (www.corso-preparto.it). Il motore di ricerca numero 1 per i corsi preparto in Italia. (A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto).

Aggiungi un commento

Clicca qui per aggiungere un commento

error: Content is protected !!
/* ]]> */