Benessere e alimentazione Top news

Brufoli in autunno, come combatterli

Si pensa che la pelle d’estate elimini le impurità e lasci il viso levigato, questo accade però soltanto a
livello superficiale. Con le giornate più corte la pelle si appresta a tornare alla condizione standard e se
non viene curata tende a degenerare, si parla di: “effetto rebound”. Ci sono diverse cause tra cui la poca
attenzione per la cute durante il periodo estivo e l’assorbimento di raggi UV che fanno concentrare sul
viso maggiori quantità di sangue ed ormoni, ingrandendo alcuni canali che producono sebo…
l’infiammazione di questi canali provoca brufoli e punti neri.

I rimedi:
Innanzitutto bisogna saper distinguere i prodotti per pelle secca, grassa o mista ed utilizzare con cura i
vari prodotti. Nel corso dell’adolescenza, quando compaiono le prime imperfezioni, si sconsiglia di
toccarsi in viso o “schiacciarsi” punti neri e brufoli, specialmente con mani sporche. Meglio agire con
prodotti di una certa delicatezza che funzionino in maniera mirata come quelli con acido salicilico e acido
glicolico. Uno aiuta a rimuovere le imperfezioni mentre l’altro ha azione esfoliante e ridona luminosità e
compattezza alla pelle.

Come muoversi:
Il primo passo è quello della detersione. Molto importante eliminare tutte le tracce lasciate dal trucco o
dallo smog attraverso una pulizia del viso. Per le pelli grasse è meglio optare per una soluzione che non
contenga saponi, come per esempio l’acqua micellare. Anche la scelta di tonico e siero è importante
perché attraverso questi prodotti si possono astringere i pori e minimizzare le imperfezioni. Anche la
scelta della crema viso è fondamentale, in molti credono che renda la pelle ancora più grassa, è vero in
parte, ma la cute necessita di tale idratazione per questo meglio adottare una formula che venga assorbita
in fretta oppure in gel.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!