Adnkronos Salute e Benessere

Chirurgia: cuore operato in endoscopia 3D, al San Donato prima italiana

Milano, 16 set. (Adnkronos Salute) – Ha 53 anni e allena una squadra di calcio. E’ il primo paziente italiano ad essere operato al cuore, per una plastica della valvola mitrale, in endoscopia con tecnologia 3D di ultima generazione. L’intervento record è stato eseguito al Policlinico San Donato. Il paziente è entrato in sala operatoria la settimana scorsa nell’Irccs milanese. Oggi sta bene. Dopo qualche ora di cure intensive è stato subito trasferito in reparto, dove ha potuto muovere i primi passi in corsia il giorno dopo l’operazione.

L’intervento è hi-tech ma ‘l’autore’ non è un robot in camice. E’ un cardiochirurgo assistito da strumenti di ultima generazione: la più avanzata tecnologia su questo fronte è l’endoscopia tridimensionale ad alta definizione. Uno strumento dotato di una doppia fila di lenti stereoscopiche che capta due differenti segnali ottici, ciascuno per ogni ‘occhio’, i quali vengono convertiti in segnali elettrici e inviati a un monitor, proprio come farebbe il sistema occhio-cervello nella realtà. Con gli occhiali di polarizzazione 3D il chirurgo visualizza sullo schermo un’immagine magnificata, ricca di dettagli e colori reali, e percepisce il senso della profondità. Quasi come fosse un robot.

E’ una prima nella cardiochirurgia del Belpaese l’utilizzo di questa torre endoscopica, spiegano dall’Irccs. L’équipe che si è cimentata con la sfida è quella di Marco Diena, responsabile della Cardiochirurgia mininvasiva ed endoscopica del San Donato. Due fori e una piccola incisione, invece di un torace aperto con un divaricatore. Questo è servito ai camici verdi per raggiungere la valvola mitrale all’interno del cuore e completare l’intervento. (segue)

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!