Benessere e alimentazione

Celiachia: contributi a mense scolastiche, ospedali e strutture pubbliche per l´erogazione di pasti senza glutine

Si moltiplicano le iniziative del Servizio Sanitario Regionale e dell´Azienda sanitaria per combattere la celiachia: un´intolleranza permanente al glutine, che può essere tenuta sotto controllo seguendo alcune elementari regole di alimentazione. Regole che consentono di vivere una vita assolutamente normale, ma che hanno il loro punto debole nella necessità di consumare pasti del tutto privi di glutine.
Regole semplici da rispettare, almeno nella propria abitazione (grazie anche alla distribuzione diretta da parte della Usl di prodotti ad hoc e buoni acquisto da utilizzare in supermercati, farmacie e parafarmacie), ma che possono diventare complesse quando si va a mangiare fuori.

Ed è proprio per sensibilizzare ristoratori ed operatori del settore alimentare su questo problema, che la Usl ha recentemente promosso una serie di corsi gratuiti di formazione.

Ora, per ampliare la gamma delle risposte possibili, le Aziende sanitarie dell´Area Vasta Sud-Est (Arezzo, Siena e Grosseto) hanno emesso un bando congiunto per l´assegnazione di contributi a sostegno dell´attività di erogazione di pasti senza glutine, nelle mense scolastiche, in quelle ospedaliere e in altre strutture pubbliche. Possono partecipare al bando i soggetti pubblici o privati, responsabili dell´erogazione dei pasti nelle mense indicate, che si trovano nei territori di competenza delle Aziende sanitarie dell´Area vasta Sud-Est.

I soggetti interessati possono presentare progetti di adeguamento o miglioramento delle strutture e delle attrezzature necessarie alla produzione di pasti senza glutine, comprensivi dell´attività formativa a favore dei propri operatori. I progetti accolti potranno beneficiare dei contributi previsti dal bando, sia per azioni di miglioramento del servizio (fino ad un massimo di €. 5.000,00), sia per la realizzazione di attività di avviamento del servizio (sino a €. 10.000,00). Per ogni azione è prevista una specifica graduatoria.

Le domande per la partecipazione al bando dovranno pervenire all´Azienda USL7 di Siena, capofila dell´iniziativa, nelle modalità espresse nel bando, entro le ore 12,00 del giorno 22 febbraio 2010.

Il bando, con il fac-simile di domanda e lo schema per la redazione del progetto, è scaricabile dai seguenti siti web: www.usl7.toscana.it, www.usl8.toscana.it, www.usl9.toscana.it, www.anci.it, www.celiachia-toscana.it.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!