';

Cauda, “sugli autobus meno persone possibile e responsabilità”

(Adnkronos) – “Su gli autobus meno persone ci sono e meglio è, anche se questa affermazione sembra una banalità. Bisognerà fare dei conti per calcolare la possibilità di mantenere la distanza adeguata. Ma, soprattutto, dipenderà, in modo molto critico, dall’impiego corretto della mascherina e dal senso di responsabilità delle persone”. Lo ha detto ad ‘Agorà estate’, su Rai Tre, Roberto Cauda, ordinario di Malattie infettive all’Università Cattolica del Sacro Cuore e direttore dell’Unità operativa di Malattie infettive della Fondazione Policlinico Gemelli Irccs di Roma, in merito alla ripresa, dopo l’estate, delle attività e soprattutto delle scuole, rispetto al problema aperto dei trasporti.

“Sul fatto che le mascherine funzionino – ha continuato – abbiamo una prova indiretta. Lo scorso anno non abbiamo avuto quegli 8 milioni di casi di influenza che vedevamo tutti gli anni. Ora quello delll’influenza è un virus diverso da quello del Covid, ma le modalità di trasmissione sono identiche e la modalità di prevenzione lo stesso”.

Per Cauda dunque, “al di là di quello che può essere un numero stabilito per la capienza degli autobus, che può essere aggirabile perché magari non ci sono i controlli, l’importante è il senso di responsabilità delle persone e, al tempo stesso, l’incremento della campagna vaccinale. Il rischio dei vaccinati di contrarre l’infezione è minimo”.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

close
error: Content is protected !!