Questo sito contribuisce
alla audience di
Benessere e alimentazione Top news

Bambini lontani dai pericoli, consigli alle mamme per un’estate sicura

Le regole “salvavita” per evitare incidenti e situazioni a rischio

L’estate, stagione in cui si cambia spesso modo di vivere, ambiente e abitazione, nasconde anche diverse situazioni a rischio per i bambini. Non è necessario, però, “chiudere i figli in casa” per tenerli lontani dai pericoli, ma piuttosto osservare una serie di semplici regole dettate dal buon senso, ma utilissime per garantire tranquillità ai genitori e ai loro piccoli. Ecco i consigli di “Salvammamme”. Nelle piscine o nei parchi acquatici non lasciare mai solo il bambino, anche se sa nuotare. Ricordarsi sempre di svuotare la vasche domestiche dopo il loro utilizzo e togliere dall’acqua i giocattoli.

Attenzione anche alle fontane in città o negli alberghi e nei ristoranti. Non lasciare mai il bambino solo a casa, anche se per pochi istanti. La stessa cosa vale anche durante il sonno. Se dovesse svegliarsi, cercherebbe di raggiungere i genitori in qualsiasi modo. Attenzione ai cancelli automatici o su rotaie (escono dai cardini): si trasformano spesso in trappole mortali. Quando si affitta una casa per le vacanze, fare un giro di perlustrazione, prima che lo facciano i bambini (di solito, mentre i genitori disfano i bagagli, i bambini esplorano la casa o i dintorni in completa autonomia). Si tratta, spesso, di case aperte per brevi periodi dell’anno e arredate con materiali scadenti. In particolare: librerie, armadi e scaffali dovrebbero essere assicurati al muro per evitare pericolosi  ribaltamenti. I balconi e i terrazzi senza griglie di protezione o griglie larghe dovrebbero essere inaccessibili ai bambini senza sorveglianza. Attenzione anche ai vasi da fiori che potrebbero essere usati come scalini su cui salire per sporgersi o basi per scavalcare ringhiere. La cucina a gas e lo scaldabagno potrebbero non essere a norma. Controllate che non ci siano fuoriuscite o rischi di capovolgimento. Proteggere le scale con dei cancelletti provvisori che si applicano a pressione. Fare in modo che i bambini non si avvicinino alla televisione: potrebbe travolgerli (accade spesso). Verificare prese ed impianti elettrici, specialmente in assenza di un dispositivo salvavita: fili elettrici scoperti sono una importante causa di incidenti.

Attenzione al giardino, boschetto, terreno, ad eventuali piante velenose, a vasi, statue o altri oggetti pesanti, non adeguatamente stabili. Stessa attenzione va data anche alle strade con passaggi pericolosi, pozzi di campagna scoperti, ruderi pericolanti, pozzi e buche. Negli alberghi e ristoranti, occorre tenere sotto controllo gli ascensori con le porte automatiche. Se un bambino ci si infila dentro potrebbe raggiungere qualsiasi piano e sfuggire alla nostra vista. Per quanto riguarda l’uso dell’auto in estate, è necessaria una maggiore vigilanza in ragione dell’intensità del traffico, della temperatura elevata, delle presenze in località sconosciute, della lunghezza dei percorsi affrontati e della guida su strade disagevoli. In particolare con bambini a bordo. Quello dei dettagli è un discorso che deve essere inquadrato con riferimento alla guida in generale e sempre tenendo presente i dati recenti sugli incidenti stradali in cui sono coinvolti bambini, divulgati dai media: sono cifre molto alte. Ricordarsi di assicurare sempre i bambini alle cinture, anche per brevi tragitti.

Non lasciare mai il bambino solo in auto. Attenzione alle manovre a marcia indietro e bloccare sempre finestrini e portiere. Ci sono regole da rispettare per la sicurezza anche nella pratica dello sport. Per le passeggiate in bicicletta (attenzione ai corsi d’acqua), fare in modo che i bambini portino un casco protettivo omologato. Anche un semplice campo da calcio può nascondere delle insidie: assicuratevi che le porte siano ben fissate al terreno (meglio se gli spigoli sono arrotondati) e che, nei luoghi in cui i bambini praticano attività sportive non siano presenti sussidi appuntiti o arrugginiti. Non far giocare con la palla i bambini in prossimità di strade. Non è prudente lasciare bambini incustoditi, in qualsiasi situazione, in aree in cui si trovino cani liberi, anche se ben conosciuti. In giardino, tenere barbecue e griglie, anche se non accesi o roventi, a distanza di sicurezza. Quando, poi, si provvede all’accensione facendo uso di alcool, prestare attenzione a un possibile ritorno di fiamma: non usare materiale inappropriato.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

error: Content is protected !!
/* ]]> */