Sanità

Azienda USL 2 Lucca: una campagna per prevenire tumori al naso

E’ un’iniziativa delle Medicina del Lavoro e dell’Otorinolaringoiatria per i lavoratori esposti a polveri di legno e cuoio.Una campagna di prevenzione per prevenire i tumori al naso nei lavoratori esposti a polveri di legno e cuoio.E’ la nuova iniziativa delle strutture di Medicina del Lavoro ed Otorinolaringoiatria dell’Azienda USL 2 di Lucca.

Nel nostro territorio, infatti, l’incidenza dei tumori del naso è piuttosto alta, probabilmente perché in passato erano numerose le attività che esponevano a polveri di legno o di cuoio. Il tipo istologico più frequente, l’adenocarcinoma di tipo intestinale, è in evidente relazione proprio con la lavorazione del legno e del cuoio, e l’esistenza di pregresse esposizioni professionali a queste sostanze riesce a spiegare la quasi totalità degli adenocarcinomi del naso.

Altre possibili esposizioni professionali sono:

• formaldeide (industria tessile,  resinatura di lastre per coperture edili, ecc)

cromo esavalente (cromatura, saldatura su acciaio, ecc.)

• nichel ossido (produzione e lavorazione leghe al nichel,  accumulatori, ecc.)

• nebbie oleose contenenti IPA – Idrocarburi

policiclici aromatici (metalmeccanici, asfaltisti, ecc.)

 Il tempo di latenza di questi tumori può essere anche molto elevato: possono comparire anche 40 anni dopo l’esposizione alle sostanze a rischio.

 Chi lavora ed è esposto a polveri di legno o cuoio, deve prendere alcune importanti precauzioni per evitare di ammalarsi: collegare sempre il sistema di aspirazione delle polveri agli utensili, pulire frequentemente l’ambiente di lavoro con aspiratori evitando di sollevare la polvere con la scopa, indossare mascherine quando si fanno operazioni comunque “polverose”. Su questi aspetti è comunque possibile chiedere informazioni alla unità funzionale Prevenzione Igiene Sicurezza nei Luoghi di Lavoro dell’Azienda USL 2 telefonando al numero 0583-449234.

 I tumori del naso e dei seni paranasali sono relativamente rari, ma molto devastanti, anche perché vengono generalmente diagnosticati troppo tardi. Chi ha fatto una lavorazione a rischio, deve fare attenzione a non sottovalutare alcuni sintomi, quando compaiono lontani dalle comuni malattie da raffreddamento:

• sensazione di naso chiuso

• sangue dal naso

• sensazione di non sentire gli odori

• mal di testa soprattutto alla fronte

• formicolii al volto

• rigonfiamenti delle gengive superiori

• dolore alla masticazione

• dolore alle orecchie

In particolare deve scattare il campanello d’allarme quando tali sintomi sono persistenti e sempre dallo stesso lato o alla stessa narice.

 In questi casi è possibile effettuare una visita gratuita presso l’unità operativa di Otorinolaringoiatria dell’ospedale di Lucca. Gli appuntamenti per la visita possono essere richiesti alla Medicina del Lavoro telefonicamente (0583-449219) o di persona nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 12 alle ore 13.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!