';

Aspartame e dolcificanti assolti: non provocano il cancro

Niente rischio in cibi e bevande che contengono queste sostanze

aspartame in sodaSecondo una nuova ricerca italiana, l’aspartame e i dolcificanti non sono nocivi per il nostro organismo. Lo studio è stato condotto dalla tossicologa Marina Marinovich (docente all’Università di Milano ed ex presidente della Società italiana di tossicologia) e dall’epidemiologo Carlo La Vecchia, a capo del Dipartimento di Epidemiologia dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”. I risultati sono stati pubblicati su Food and Chemical Toxicology e hanno dimostrato che non c’è alcun nesso tra questo dolcificante e i numerosi tipi di cancro. Una ricerca che si somma agli studi sull’argomento effettuati tra il 1990 e il 2012. Per i ricercatori, i nuovi risultati non lasciano dubbi sul fatto che l’aspartame e i dolcificanti in genere non provocano né il cancro, né malattie cardiache.

Basandosi sui dati epidemiologici – hanno spiegato –  le evidenze sui dolcificanti a basso contenuto calorico, in particolare aspartame, non supportano l’esistenza di una associazione costante con neoplasie ematopoietiche, cancro al cervello, all’apparato digerente, al seno, alla prostata e diverse altre neoplasie. Allo stesso modo, i dolcificanti a basso contenuto calorico, non sono collegati a eventi vascolari e parti prematuri. Gli studi tossicologici su topi e ratti che hanno rilevato effetti avversi sulla salute, come leucemie e cancro al fegato – hanno aggiunto – non sono solidi su basi scientifiche, per via di limiti riguardanti la loro metodologia e replicabilità. Per cui – hanno concluso i ricercatori – non vi è alcun rischio di sviluppare tali patologie nei bambini e negli adulti che hanno consumato cibi e bevande contenenti aspartame”.

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

close
error: Content is protected !!